Commenta

Gli Alterego alla festa vip di
Milano Marittima: e ad un certo
punto parte duetto con Morgan

Prima Billie Jean di Michael Jackson, poi la richiesta di Morgan: “Suoniamo Heroes di David Bowie?”. Subito accontentato: la serata è proseguita così tra l’entusiasmo dei presenti, per un concerto in parte condita da altri fuoriprogramma, sempre condotti dagli Alterego con verve e simpatia.

MILANO MARITTIMA – Il Morgan della Bassa e il Morgan vero e proprio, all’anagrafe Marco Castoldi. Insomma l’Ego e l’Alter Ego. Anzi, gli Alterego. Tutto è partito dalla capigliatura simile del già leader dei Bluevertigo e di Alessandro Zaffanella, showman di Quattrocase, frazione di Casalmaggiore e frontman degli Alterego, appunto.

Una band territoriale, composta anche da Cristiano Marcotti, di Cremona, alla batteria, da Brian Arzani, di Piacenza, al basso e percussioni, da Luca Scardovelli, di Mantova, alla chitarra, che però si sta facendo strada e ottenendo richieste e concerti in tutta Italia. Lo scorso weekend, di rientro dalla Puglia per un altro impegno musicale, gli Alterego sono stati ospiti del Pepita, celebre locale vip di Milano Marittima gestito da Ettore Cabrini, cremonese e fratello del campione del mondo di calcio Antonio. Le serate dello scorso weekend sono servite a tanti uomini dello spettacolo per scaricare la fatica dopo il torneo Vip Master di tennis che tradizionalmente si tiene nella località romagnola. Tra i presenti nel locale Massimo Giletti, Raffaella Fico, Valeria Marini, Paolo Mengoli e ancora Idris e Nicola Pietrangeli. Oltre, appunto, a Morgan. Stesso ciuffo ribelle ed incurante del bianco che avanza (un po’ più paglierino e sciupato invero quello dell’ex leader dei Bluvertigo, sempre perfetto, quasi scolpito, quello del cantante casalasco), movenze simili anche se Alessandro ha più latinoamericani e danza alle spalle.

Morgan, ad un certo punto, ha dato vita al fuoriprogramma: trascinato dalla musica degli Alterego, venerdì sera, e stuzzicato anche da Zaffanella, il noto cantante ed ex giudice di X-Factor, è salito sul palco e ha deciso di duettare col suo sosia. Prima Billie Jean di Michael Jackson, poi la richiesta di Morgan: “Suoniamo Heroes di David Bowie?”. Subito accontentato: la serata è proseguita così tra l’entusiasmo dei presenti, per un concerto in parte condito da altri fuoriprogramma, sempre condotti dagli Alterego con verve e simpatia. Tutto live, e tutto improvvisato al momento. Un concerto inaspettato, tra lo stupore del pubblico e quello, misto a contentezza di Alessandro Zaffanella e dei suoi compagni di musica. Ora, per gli Alterego il ritorno a casa, con impegni continui sul territorio: venerdì a Roncadello, domenica ad Acquanegra sul Chiese, lunedì a Pieve d’Olmi e giovedì alla festa Avis di Casalmaggiore. Col solito bagaglio di canzoni in allegria e un’esperienza positiva in più da raccontare…

Giovanni Gardani-Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti