Economia
Commenta

Legacoop Mantova sul nuovo sciopero Cobas: "Coop 3L farà denuncia sull'accaduto"

La coop Viadana Facchini precisa invece che per consentire il pagamento completo del TFR con il fondo di Tesoreria INPS è stato necessario elaborare le buste paga con i ratei ma che detti importi devono ancora essere conguagliati con crediti che la coop vanta verso i soci e debiti dei lavoratori verso enti finanziari.

VIADANA – In merito alla nuova manifestazione di alcuni lavoratori della Viadana Facchini e di Adl Cobas, interviene la Legacoop di Mantova con un comunicato stampa: “Ancora una manifestazione non autorizzata di Adl Cobas ha disturbato per alcune ore stamattina l’ingresso alla Composad. Alcuni lavoratori della coop 3L sono stati costretti ad entrare da ingressi secondari e in alcuni momenti i cancelli sono stati chiusi. La coop 3L depositerà una denuncia all’Autorità Giudiziaria sull’accaduto”.

“La sigla sindacale Adl Cobas – prosegue lo scritto – non ha più rappresentanza tra i lavoratori oggi in servizio nell’appalto. La coop Viadana Facchini precisa invece che per consentire il pagamento completo del TFR con il fondo di Tesoreria INPS è stato necessario elaborare le buste paga di fine rapporto con i ratei (quattordicesima e tredicesima, ecc) ma che detti importi devono ancora essere conguagliati con a) crediti che la coop vanta verso i soci e b) debiti dei lavoratori verso enti finanziari. Inoltre per effetto di una denuncia operata da alcuni soci verso gli Amministratori della Viadana Facchini, tutti i pagamenti saranno di competenza del liquidatore. Appare ancora una volta strumentale e pretestuosa l’azione organizzata da Adl Cobas che, oltre a far apparire inutile il presidio concesso in piazza a Viadana, rende più complessa la procedura propedeutica alla messa in pagamento del TFR”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti