Commenta

Bando Attract, Sabbioneta si
aggiudica 100 mila euro
per strutture turistiche

“Con il patrimonio culturale che ci contraddistingue, abbiamo puntato sul settore turistico-ricettivo” spiega Aldo Vincenzi. “Gli investimenti e le agevolazioni che abbiamo previsto mirano a incrementare l’appetibilità di Sabbioneta"

Territori più attrattivi per le imprese e i loro insediamenti, grazie alle risorse che Regione Lombardia ha reso disponibili con il Bando Attract scaduto lo scorso Giugno. Nell’Oglio Po Chiese hanno risposto anche Sabbioneta e Asola, che si sono proposti con il supporto del GAL Oglio Po terre d’acqua prenotando risorse regionali per 200.000 euro.

Asola ha concorso nella categoria riservata ai comuni tra i 5.000 e i 15.000 abitanti (posizionandosi terzo di categoria e quinto sui 56 comuni candidati) puntando sugli insediamenti produttivi e quindi sul potenziamento delle infrastrutture delle aree dedicate. Grazie al contributo di 100.000 €, il Comune valorizzerà 4 opportunità insediative per le imprese, che potranno usufruire anche di altre agevolazioni in termini di tasse e di semplificazione della burocrazia.  “A Asola l’attenzione per le imprese è sempre molto alta” commenta il Sindaco Raffaele Favalli “siamo capofila di un Sistema locale del Lavoro e la crisi va contrastata anche con misure come quelle offerte dalla Regione. Non sono opportunità da lasciarsi sfuggire, possono fare la differenza tra la produttività e la desertificazione delle aree”.

Il Comune di Sabbioneta si è invece candidato tra gli enti con meno di 5.000 abitanti, posizionandosi al secondo posto. “Con il patrimonio culturale che ci contraddistingue, abbiamo puntato sul settore turistico-ricettivo” spiega il Sindaco Aldo Vincenzi. “Gli investimenti e le agevolazioni che abbiamo previsto mirano a incrementare l’appetibilità di Sabbioneta per le imprese del settore, promuovendo la diffusione della cultura dell’accoglienza sulla nostra Città Ideale”. Anche per Sabbioneta le opportunità insediative attualmente proposte a Regione Lombardia sono 4, per un contributo al Comune di 100.000 €.

Entrambi i Comuni hanno scelto le aree produttive con un avviso pubblico, come da disposizioni regionali.

Il prossimo passo sarà condividere con Regione Lombardia un Accordo di Competitività che prevede, oltre al contributo che copre l’80% delle spese sostenute dai Comuni, anche una promozione delle opportunità insediative tramite gli importanti strumenti regionali.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti