Cronaca
Commenta

Arma: Spadano saluta, C'è Scabbia. E comandante poteva essere donna

A Casalmaggiore, inizialmente, era destinato un comandante donna, per la precisione Lucia Dilio, che era stata in città nei mesi scorsi per toccare con mano la nuova realtà. Poi qualcosa è cambiata e la nuova nomina, definitiva, porterà a Casalmaggiore il Tenente Daniele Scabbia, che arriva da Mira (Venezia).

Nella foto a sinistra Spadano, a destra Scabbia

CASALMAGGIORE – I movimenti, che saranno perfezionati dopo l’estate, non riguardano soltanto il clero, con i vari esempi che abbiamo riportato nei giorni scorsi, ma anche il mondo militare. E così a lasciare Casalmaggiore sarà molto presto anche il Maggiore Cristiano Spadano, che ha retto la compagnia dei Carabinieri casalesi (un “impero” che arriva fino alle porte di Cremona, e nel dettaglio a Sospiro), per cinque anni. Spadano, che peraltro è stato promosso da Capitano a Maggiore proprio durante la sua permanenza a Casalmaggiore, era infatti subentrato, arrivando dalla vicina Parma, nel 2012 al Maggiore Luigi Regni, oggi a Guastalla, che aveva retto la caserma per 9 anni.

Cristiano Spadano è stato trasferito al Noe di Bologna. A Casalmaggiore, inizialmente, era destinato un comandante donna, per la precisione il Tenente Lucia Dilio, che era stata persino in città nei mesi scorsi per toccare con mano la nuova realtà. Poi qualcosa è cambiato e la nuova nomina, definitiva, porterà a Casalmaggiore il Tenente Daniele Scabbia, che ha operato a Mira (Venezia) sotto la compagnia di Mestre.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti