Commenta

Torre d'Oglio, Nicola Federici:
"Basta parlare di passato,
guardiamo al presente e al futuro"

Chiediamo al nostro sindaco di smetterla di lanciare accuse che non servono, ma di mettersi come regista per trovare una soluzione che porti ad un protocollo d'intesa per finanziare o un ponte nuovo o una barriera o qualsiasi soluzione che dia garanzie di traffico alle frazioni nord

VIADANA – Al di là delle responsabilità del passato, serve pensare al presente ed al futuro. Questo in sintesi il messaggio lanciato dal PD per bocca di Nicola Federici sulla questione del ponte di Torre d’Oglio.

“In questi giorni in silenzio abbiamo letto sulla cronaca locale un susseguirsi di comunicati, aventi per oggetto il Ponte di Barche dell’OglioPo, di tutti gli esponenti leghisti dell’OglioPo, dall’Assessore Regionale che dettava la linea da tenere, ai sindaci di Viadana, Commessaggio, Marcaria ed altri ancora. Sembrava quasi di vedere tanti bravi soldatini che dovevano rispondere agli ordini del capo. L’unico scopo di questi comunicati era di dare la colpa alla provincia di Mantova solo perché politicamente non governata da loro senza mai ricercare una soluzione per i cittadini.

Una polemica creata ad hoc dalla Lega Nord locale per alcuni tratti paradossale. Crediamo in primis che la ricerca di responsabili di quella che oggi è la situazione attuale sia una mera questione di rivincite politiche ma soprattutto non serve per risolvere nessun tipo di problema oggi. La storia però non va dimenticata ed è per questo che con forza chiediamo al presidente della Provincia e alla maggioranza che la sta governando di indire un assemblea pubblica a San Matteo dove spiegare direttamente alla popolazione cosa è successo negli anni ma anche negli ultimi mesi e ragionare con loro che scelte fare nel prossimo futuro.

L’intervento non ha certamente risolto i problemi della viabilità perché se oggi il ponte rimane chiuso per il livello dell’acqua troppo basso (le barche si appoggiano al letto del fiume e con il peso rischiano di rompersi) non sarebbe stato di meno con il vecchio ponte. Pertanto chi dice che l’intervento è stato uno spreco di soldi sta calunniando, infatti dice bene il sindaco Leghista di Marcaria Malatesta, i lavori sono serviti per far risparmiare alle casse della provincia 600mila euro anno per la gestione (Da 720mila a 120mila) costi che si sono ammortizzati in poco più di tre anni visto che il tutto è costato 1,7 milioni. Pertanto bisognerebbe dire che l’intervento non ha risolto il problema ma dal 2010 ha fatto risparmiare alle casse della provincia più di 2milioni di euro o meglio visto le difficoltà economiche di tutte le provincie d’Italia di questi anni, bisogna dire che senza questo intervento non ci sarebbero più state le risorse per tenerlo aperto se non per un paio di mesi all’anno.

Pertanto Chiediamo al nostro sindaco di smetterla di lanciare accuse che non servono a niente e di nascondersi, ma di mettersi come regista per trovare una soluzione che porti ad un protocollo d’intesa o ad un accordo di programma per finanziare o un ponte nuovo o una barriera o qualsiasi soluzione che dia garanzie di traffico alle frazioni nord. Ogni ente deve fare la sua parte come in passato è stato fatto per Celtic LEAGUE, Gronda nord, Argine di San Matteo, noi in questo caso ci mettiamo a disposizione per aiutare il sindaco a trovare un accordo trasversale.
Naturalmente tutti devono fare la loro parte soprattutto la Regione Lombardia che degli enti interessati è quella che ha più disposizione finanziaria. La stessa regione che a nov 2016 ha incassato dallo stato per merito del governo Renzi 11 miliardi di euro da investire sul territorio di cui 47 milioni per Messa in sicurezza degli itinerari regionali prioritari (ex SS, strade regionali, provinciali, ponti sul Po) che potrebbero servire per la viabilità delle frazioni nord e quasi 400milioni per interventi sulla rete viaria di interesse regionale che potrebbero servire per finanziare il terzo lotto della gronda nord dove esiste già un progetto definitivo.

Se il sindaco in campagna elettorale e in questi 2 anni di amministrazione, ha sbandierato il tanto ottimo rapporto con regione Lombardia, non dubitiamo che sia in grado di ottenere finanziamenti per queste due opere come le amministrazioni di centrosinistra che hanno governato Viadana hanno già ottenuto in passato”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti