Cronaca
Commenta

Questuanti molesti all'Eurospin di Bozzolo "L'insulto, e poi lo sputo"

“Più volte - prosegue il protagonista sfortunato della vicenda - ho visto le forze dell'ordine, che arrivano al punto di richiamare i questuanti addirittura per nome. Li cacciano, ma poi questi così come se ne vanno ritornano. Non se ne può più”.

BOZZOLO – Questuanti molesti. Che, in qualche caso, esagerano davvero. La segnalazione corre sui social e arriva da Bozzolo, dove vicende di questo tipo paiono non mancare. Insomma, quanto scrive un cittadino sulla pagina Facebook “Sei di Bozzolo se…”, non rappresenta certo un caso isolato. L’offesa da parte del questuante fuori dall’Eurospin, l’insulto e poi, non bastasse, pure uno sputo sull’automobile. Tutto questo per non avere versato un euro (o giù di lì), come se questo fosse un obolo obbligatorio per lasciare l’auto in un parcheggio che è invece libero.

“Questa ordinanza anti accattoni vogliamo farla rispettare seriamente o aspettiamo che qualcuno si stufi sul serio e poi succeda quello che non dovrebbe succedere?” si chiede il cittadino in uno sfogo. “Più volte – prosegue il protagonista sfortunato della vicenda – ho visto le forze dell’ordine, che arrivano al punto di richiamare i questuanti addirittura per nome. Li cacciano, ma poi questi, così come se ne vanno, subito ritornano. Non se ne può più”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti