Commenta

Sartori contro la lettera di
Vacchelli: piccola crepa nel
Cda della Fondazione Busi?

“Secondo me è sbagliato dare adito a polemiche - ha spiegato Sartori - . Dobbiamo invece preoccuparci di affrontare i problemi che si presentano e non sono pochi in merito alla gestione della struttura che le nuove normative regionali e nazionali ci impongono e che forse per tanto tempo sono state tenute nei cassetti".

CASALMAGGIORE – I problemi con i sindacati (ed evidentemente prima ancora con i lavoratori) sono noti. Ma ora anche nel Cda della Fondazione Busi di Casalmaggiore, che gestisce la casa di riposo di via Formis ed è presieduto da Franco Vacchelli, sembrano aprirsi crepe. In particolare il dissenso è nato da un messaggio che Patrizio Sartori, consigliere della Fondazione espresso dalla minoranza del Listone di Casalmaggiore, ha indirizzato allo stesso Vacchelli. Questi aveva risposto ai sindacati con una lettera a suo nome (e non del Cda) dai toni duri, ragionando sul tema dell’assenteismo troppo alto registrato al Busi.

“Secondo me è sbagliato dare adito a polemiche – ha spiegato Sartori – . Dobbiamo invece preoccuparci di affrontare i problemi che si presentano e non sono pochi in merito alla gestione della struttura che le nuove normative regionali e nazionali ci impongono e che forse per tanto tempo sono state tenute nei cassetti. Ora non si può più bisogna intervenire e con l’aiuto di tutti cercare di portarle a termine con il massimo dell’impegno, serietà e rispetto”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti