Commenta

Ponte Verdi, il far west tra
cremonese e parmense. Si va
col rosso e nessun controllo

Ogni mattina la stessa storia, la stessa scena che si ripete. Pochi automobilisti fermi allo stop, altri che si gettano, a gran velocità, sull’unica corsia ben oltre il rosso. Per fare prima, in sfregio ad ogni regola e quel che è più serio in sfregio al codice della strada. GUARDA IL VIDEO

SAN DANIELE PO – Un semaforo inutile, tanto vale toglierlo ed affidarsi alla sorte perché é già di prassi. Ponte Verdi, senso unico alternato e regolato da un semaforo, uno di quelli che non conta nulla poiché nessuno, nessuna forza pubblica, lo fa rispettare. Eppure quel rosso andrebbe rispettato, ce ne sarebbero tutti i motivi. Motivi che riguardano la sicurezza e l’incolumità degli automobilisti.

Ogni mattina la stessa storia, la stessa scena che si ripete. Pochi automobilisti fermi allo stop, altri, camionisti e automobilisti, che si gettano a gran velocità, sull’unica corsia ben oltre il rosso. Per fare prima, trasgredendo ogni regola e quel che è più serio trasgredendo il codice della strada. Un video postato qualche giorno fa su Facebook testimonia (tredici i mezzi contati oltre il segnale di stop) quanto il passaggio con il rosso non sia l’eccezione, ma la regola soprattutto per tanti mezzi pesanti. Pesanti i mezzi, evidentemente, leggero il cervello.

Nel video si vede quanto il passaggio con il rosso non sia solo immediatamente seguente al passaggio dal verde al segnale di stop, ma vada avanti per oltre un minuto. Sono due le sanzioni che potrebbero e dovrebbero essere applicate agli indisciplinati automobilisti e camionisti. La prima è il passaggio col rosso (articolo 146 comma 3 CDS). “Il conducente del veicolo che prosegue la marcia, nonostante che le segnalazioni del semaforo o dell’agente del traffico vietino la marcia stessa, e’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 154 a euro 613“. Sei i punti decurtati dalla patente, che diventano 12 se l’autista è un neo patentato.

Poi c’è il superamento del limite di velocità: articolo 142 del codice della strada: fino a 10 km/h più rispetto al limite – sanzione pecuniaria compresa tra 39 e 159 euro, oltre 10 km/h e fino a 40 km/h più sanzione pecuniaria compresa tra 159 e 639 euro e decurtazione di 3 punti sulla patente. Non è il caso di San Daniele/Ragazzola. Il Far West al confine tra cremonese e parmense, nonostante le continue segnalazioni, resta terra di nessuno. Ognuno fa quel che vuole, e come vuole. Mettendo a rischio la propria vita per scelta e quel che è peggio, quella degli altri per destino.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti