Commenta

PalaFarina, opposizioni unite
nel chiedere una assemblea
pubblica: "Giunta poco trasparente"

“Già ci siamo trovati la sorpresa - conclude il comunicato - che il progetto in pochi giorni è passato da 1,7 milioni a 2,7 milioni. Non vorremmo che il progetto arrivasse a 3 milioni. All’assemblea inviteremo tutti: il sindaco, i tecnici progettisti vincitori e perdenti, le società sportive ed ogni cittadino interessato”.
Nella foto il render del nuovo PalaFarina

VIADANA – Le opposizioni del consiglio comunale di Viadana si uniscono sulla questione PalaFarina. E lo fanno con un comunicato congiunto. “Come opposizioni, ribadendo in modo chiaro la nostra volontà che il Palasport venga ricostruito nel più breve tempo possibile in quanto sino ad oggi si è già perso troppo tempo – si legge nel comunicato – nelle prossime settimane, stanchi di questa poca trasparenza da parte della maggioranza in merito alla gestione della gara per la progettazione e successiva gara di costruzione dello stesso, convocheremo un’assemblea pubblica”.

“La decisione si è resa necessaria – proseguono le opposizioni – visto che per la prima volta nel comune di Viadana è stato negato ai consiglieri di opposizione un consiglio comunale aperto: certo non era obbligatorio da parte del presidente del consiglio comunale convocarlo, ma in passato nessuno lo aveva mai negato. Vorremmo inoltre evidenziare, a conclusione di questa lunga vicenda, la risposta del sindaco, di pochi giorni fa, al consigliere Perteghella in merito ad un chiarimento sulla determina dirigenziale  n. 578 del 29/09/2017 dove viene specificato che la commissione sismica comunale si è riunita in seduta istruttoria nei giorni 04/09/2017, 18/09/2014 e 25/09/2017 ed ha esaminato il progetto sopra citato esprimendo un parere sospensivo con verbale n.17/CS02 del 25/09/2017; la cosa ci ha fatto venire ancora più dubbi perché a nome dell’amministrazione dichiara che “la commissione ha emesso nella seduta di martedì 3 ottobre il parere favorevole con alcune indicazioni che i progettisti stanno già tempestivamente analizzando per definire in modo esaustivo tutti gli aspetti e le ipotesi di calcolo legati al comportamento sismico dell’edificio classificato come strategico dal punto di vista sismico”. Ma allora perché il 30/09 con determina dirigenziale n.580 viene dato via libera alla gara facendo riferimento agli allegati tecnici del progetto esecutivo completo se questi non contengono ancora le indicazioni della commissione sismica del 03 ottobre a cui i tecnici stanno lavorano?”.

“Già ci siamo trovati la sorpresa – conclude il comunicato – che il progetto in pochi giorni è passato da 1,7 milioni a 2,7 milioni. Non vorremmo che poi il progetto arrivasse a 3 milioni. All’assemblea inviteremo tutti: il sindaco, i tecnici progettisti vincitori della gara, i tecnici che hanno perso la gara, le società sportive ed ogni altra persona e cittadino interessato”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti