Commenta

Acquanegra s/c: inaugurata
la mostra etnografica
"Obiettivi acquanegresi"

Organizzata dall’Amministrazione Comunale con la collaborazione dell’Ecomuseo Valli Oglio Chiese all'interno degli eventi programmati per la Sagra di San Fortunato.

ACQUANEGRA SUL CHIESE – E’ stata inaugurata ieri sera al Teatro di via Canneti la mostra “Obiettivi Acquanegresi”, organizzata dall’Amministrazione Comunale con la collaborazione dell’Ecomuseo Valli Oglio Chiese all’interno degli eventi programmati per la Sagra di San Fortunato. Erano presenti il sindaco Monica De Pieri, il vice Nicola Bini, con alcuni consiglieri comunali e i vertici della locale stazione dei Carabinieri. Semplice ma suggestivo l’allestimento della mostra etnografica: dall’ingresso è possibile notare il contrasto volutamente creato, tra il moderno e l’antico, luci fioche , musiche in sottofondo ed un video che ripropone fotografie di gente e lavori ormai scomparsi, a creare un’atmosfera quasi magica. Acquanegra (Quanegra in dialetto ),. dal latino aqua nigra, con riferimento al fiume Chiese e alle sue acque scure ha voluto rendere omaggio alla sua matrice fluviale: per questo motivo al centro del teatro è stata collocata un’antica imbarcazione in legno. Tutto intorno:  fotografie, quadri e vari oggi che racchiudono in sé storie di vecchia data ma anche più recenti, in un ideale percorso di documentazione storica ma pure di testimonianza affettiva verso il paese.

“Io, il sindaco e il consigliere Gennari Massimo abbiamo creato questa mostra molto particolare – spiega il consigliere Sandra Accini – e non nascondo la nostra ansia al momento dell’apertura, ma poi quando abbiamo visto la gente commossa ed è entusiasta, ogni timore è sparito. Il nostro ringraziamento grandissimo – conclude – va all’Ecomuseo Valli Oglio Chiese ed a tutti quanti hanno contribuito alla realizzazione dell’esposizione. In settimana anche le scuole verranno a visitarla e verrà mostrato come si costruiscono le reti da pescatore”. Oggi sabato 14 ottobre la mostra sarà aperta dalle 17 , domenica dalle 10 alle 12 e poi dalle 15, lunedì dalle 15 e martedì dalle 16. L’ingresso è libero.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti