Commenta

Concass, oltre 57mila euro per
persone disabili che cercano
una maggiore autonomia

Le risorse sono così ripartite: 24.858 euro per l’eliminazione di barriere architettoniche, la messa a norma di impianti e gli adattamenti domotici; 32.951 euro per interventi gestionali di accompagnamento all’autonomia e interventi di supporto alla residenzialità indipendente; 1.977 euro per il pronto intervento in struttura e sollievo.

CASALMAGGIORE – Si chiama “Dopo di noi” ed è un avviso con scadenza 31 ottobre 2017 emanato da Concass, il Consorzio Casalasco dei Servizi Sociali che sfrutta in questo caso fondi per l’annualità 2016. Questo è rivolto a persone con disabilità grave che, attraverso la costruzione di progetti personalizzati della durata di almeno due anni, richiedono di essere accompagnate verso l’autonomia e l’uscita dal nucleo famigliare di origine anche mediante soggiorni temporanei al di fuori del contesto famigliare. L’obiettivo è quello di garantire la massima autonomia e indipendenza delle persone con disabilità grave.

Le risorse riconosciute all’ambito distrettuale casalasco sono pari a 57.810 euro, così ripartite: 24.858 euro per l’eliminazione di barriere architettoniche, la messa a norma di impianti e gli adattamenti domotici; 32.951 euro per interventi gestionali di accompagnamento all’autonomia e interventi di supporto alla residenzialità indipendente; 1.977 euro per il pronto intervento in struttura e sollievo. Gli interventi di tipo infrastrutturale, oltre ad un aiuto nell’abbattimento delle barriere architettoniche e nel favorire soluzioni domotiche, prevedono anche la messa a norma degli impianti e il sostegno del canone di locazione o delle spese condominiali. Per quanto concerne invece gli interventi gestionali questi verranno favoriti mediante l’utilizzo di voucher annuale pro capite fino a un massimo di 5.400 euro con la possibilità di organizzare tirocini, soggiorni extra-famigliari, accoglienza in alloggi palestra e non solo.

Gli elementi di priorità all’interno della graduatoria che, alla scadenza dell’avviso, ossia al 31 ottobre, verrà redatta dall’Ufficio di Piano sono la presenza di persone sole o prive di assistenza famigliare, la dimissione da una struttura residenziale sociosanitaria, l’età dai 18 ai 35 anni, la possibilità di mantenere il disabile nel proprio territorio di riferimento, il valore Isee ordinario a parità di punteggio. Le istanze sono presentate al comune di residenza dell’ambito casalasco presso i servizi sociali comunali oppure presso la sede di Concass in via Corsica 1 a Casalmaggiore. L’inoltro a mezzo elettronico ma solo con posta elettronica certificata è invece possibile all’indirizzo amministrazioneconcass@legalmail.it. Entro il 31 dicembre verranno individuati i beneficiari e verranno redatti i progetti personalizzati, entro il 31 dicembre 2018 saranno conclusi gli interventi che inizieranno il 1° gennaio 2018.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti