Commenta

Verso la grande mostra sul
Diotti: sabato il via, e intanto
arriva il gigantesco "Antigone"

Previo accordo col Museo Diotti, al termine della mostra sul Diotti, che durerà dal 28 ottobre al 28 gennaio 2018, questa opera dalle dimensioni imponenti resterà per due anni nei locali del museo prima di tornare alla Fondazione bergamasca.

CASALMAGGIORE – Ancora poche ore e poi si entrerà nella settimana che porta all’attesa inaugurazione della mostra, di livello regionale, su Giuseppe Diotti, artista casalese vissuto dal 1779 al 1846 al quale il comune di Casalmaggiore con l’assessorato alla Cultura, assieme a Regione Lombardia e al Museo Diotti ha voluto dedicare una vera e propria esposizione-evento.

L’inaugurazione è fissata per sabato 28 ottobre alle ore 17 e si terrà presso la Chiesa monastica di Santa Chiara. Fervono dunque i preparativi per l’allestimento delle opere che verranno prestate al Museo Diotti di Casalmaggiore e che, in qualche caso, saranno per la prima volta visibili al pubblico: come per esempio il quadro “Antigone condannata a morte da Creonte”, maxi tela di 275×375 centimetri che nei prossimi giorni sbarcherà a Casalmaggiore. Si tratta di un olio su tela di proprietà della Fondazione Accademia Carrara di Bergamo, anche se in deposito presso una sede esterna, dove però come detto non è, salvo casi eccezionali, visibile al pubblico. Previo accordo col Museo Diotti, al termine della mostra sul Diotti, che durerà dal 28 ottobre al 28 gennaio 2018, questa opera dalle dimensioni imponenti resterà per due anni nei locali del museo prima di tornare alla Fondazione bergamasca.

Nella foto il manifesto ufficiale della mostra

La mostra è curata da Valter Rosa e vanta parecchi sponsor, patrocini e collaborazioni: nel dettaglio gli sponsor sono Camera di Commercio di Cremona, Azotal Spa, Consorzio Casalasco del Pomodoro con il marchio De Rica, E’ Più Padania Alimenti e, come sponsor tecnici, Union Brokers e Cremona 1. Il patrocinio è giunto dalle Province di Bergamo, Brescia, Cremona e Lodi e dai Comuni dei Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi, Alzano Lombardo, Iseo, Lovere, Rivarolo del Re, Soresina e Stezzano. Da questi luoghi arrivano infatti le opere che saranno esposte. E, in qualche caso, essendo la mostra itinerante e volendo consentire l’apprezzamento di quadri, pale d’altare o affreschi all’interno dei luoghi in cui sono stati dipinti, il visitatore sarà chiamato a veri e propri itinerari, che saranno svelati a breve.

Collaborano all’allestimento anche Academia Cremonensis di Cremona, Accademia di Belle Arti Tadini di Lovere, Associazione “Il Torrione sul Po” di Casalmaggiore, la Pro Loco di Casalmaggiore, Biblioteca Civica Angelo Mai di Bergamo, Circolo Fotocine Casalasco di Casalmaggiore, Comune di Cremona, Fondazione Santa Chiara di Casalmaggiore, IRCCS-Istituto Ricerca Farmacologica Mario Negri di Milano, Istituto Comprensivo Diotti di Casalmaggiore, Istituto Comprensivo Marconi di Casalmaggiore, Istituto di istruzione superiore Romani di Casalmaggiore, Uffici per i Beni Culturali Ecclesiastici della Diocesi di Bergamo, Brescia e Cremona. E’ on line intanto il sito dedicato alla mostra, che illustra le varie iniziative anche collaterali alla stessa: l’indirizzo è www.mostradiotti.it.

Mostra Giuseppe Diotti
Museo Diotti, via Formis 17 – Casalmaggiore
28 ottobre 2017-28 gennaio 2018
Orari: da martedì a venerdì 14.30-18.30 (anche il mattino, su prenotazione, per scolaresche e comitive); sabato e domenica 10-12.30; 14.30-19; chiuso il lunedì e il 25 dicembre e 1° gennaio.
Biglietti: intero 8 euro, ridotto 5 euro.
Informazioni 0375-200416; www.mostradiotti.it
Ufficio Stampa: Anna Defrancesco 02-36755700 anna.defrancesco@clponline.it; www.clponline.it

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti