Commenta

Bozzolo, in consiglio
è scontro sul Pot tra
Torchio e Malagola

Il sindaco ha anche comunicato che l'Amministrazione comunale di Commessaggio aveva inoltrato richiesta di entrare nell'Istituto Comprensivo di Bozzolo abbandonando Sabbioneta

BOZZOLO – Le comunicazioni del sindaco hanno aperto il Consiglio Comunale di Bozzolo accendendo una lunga discussione tra Il primo cittadino Giuseppe Torchio e la capogruppo di opposizione Sara Malagola. La questione ha riguardato l’annunciata apertura del Pot a Viadana che secondo il sindaco rischia di fare terra bruciata sul territorio al punto da rendersi necessaria una urgente convocazione dei sindaci della zona chiamati ad esprimersi.

“Non abbiamo pubblicizzato i numerosi incontri con i vertici dell’Asst durante i quali ci sono stati confermati i finanziamenti al nostro Pot di Bozzolo che sembravano congelati. Tuttavia non possiamo non considerare la notizia di Viadana scoppiata come un fulmine a cielo sereno. Anche perché i pazienti della riabilitazione continuano ad essere dirottati all’Aragona di Sangiovanni e non qui da noi”.

Torchio ha anche ricordato i grossi problema dei medici di famiglia non disposti ad entrare a far parte del Pot per non perdere a funzionalità di un Centro Medico San Restituto (di proprietà comunale) di cui esiste un pesante mutuo da coprire. Disaccordo totale da parte di Sara Malagola che ha ricordato che Viadana e Bozzolo fanno parte di due distretti sanitari autonomi.

Il sindaco ha anche comunicato che l’Amministrazione comunale di Commessaggio aveva inoltrato richiesta di entrare nell’Istituto Comprensivo di Bozzolo abbandonando Sabbioneta. Una richiesta accolta che inorgoglisce Bozzolo (secondo le parole di Torchio) anche se corre il rischio di indebolire la struttura scolastica Sabbionetana.

Rosario Pisani

© Riproduzione riservata
Commenti