Cronaca
Commenta2

Casalmaggiore, minaccia con una mannaia. Ghanese arrestato e processato

Al termine di una lite scaturita con un altro ospite in una struttura d'accoglienza ha impugnato una mannaia, trovata sul posto, e ha iniziato a minacciare i presenti, che hanno chiamato il numero d’emergenza 112, richiedendo l’intervento dei Carabinieri

CASALMAGGIORE – E’ successo nella tarda mattinata di ieri, domenica 26 novembre 2017, a Casalmaggiore, presso una struttura di accoglienza. Protagonista un ospite M. A., 55enne, originario del Ghana, regolare sul territorio italiano, che al termine di una lite scaturita con un altro ospite per futili motivi, probabilmente legati al possesso di una bicicletta, ha impugnato una mannaia, trovata sul posto, e ha iniziato a minacciare i presenti, che hanno chiamato il numero d’emergenza 112, richiedendo l’intervento dei Carabinieri.

I militari del NORM della Compagnia di Casalmaggiore, immediatamente giunti sul luogo, dopo essere stati a loro volta minacciati dall’uomo, hanno cercato di calmare l’esagitato, poi, approfittando di una sua momentanea distrazione e senza mai mettere a repentaglio l’incolumità dei presenti, sono riusciti a disarmarlo ed immobilizzarlo.

Nessuno nella circostanza ha riportato ferite. Condotto in caserma, il ghanese è stato arrestato in flagranza di reato per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale aggravate dall’uso dell’arma (artt. 336, 337, 339 c.p.), che è stata sequestrata. Trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando, è stato giudicato questa mattina con rito direttissimo, celebrato davanti al Tribunale di Cremona, al termine del quale il Giudice ha convalidato l’arresto e condannato lo straniero a 9 mesi di reclusione, pena sospesa.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti