Cultura
Commenta

Cantata sacra per don Primo Mazzolari, "La più bella avventura" conquista Mantova

“L’unione tra concretezza e profezia - ha detto il vescovo di Mantova Marco Busca ai microfono di Rai Regione, presente per il grande evento - è la dimostrazione della grandezza di don Primo Mazzolari, capace di essere appunto molto concreto con l’esempio e, al contempo, di precorrere i tempi, guardando avanti”.

MANTOVA – E’ stato un sabato sera particolarmente suggestivo ed emozionante, quello trascorso dagli appassionati di musica e dai fedeli che hanno deciso di assistere, al Duomo di Mantova, alla Cantata Sacra dal titolo “La più bella avventura” dedicata a don Primo Mazzolari. Un’opera musicale scritta dal compositore casalasco Federico Mantovani, che propone riflessioni del prete di Bozzolo, per il quale è iniziato l’iter del processo di beatificazione, e in particolare sul suo dialogo con le Sacre Scritture.

La Cantata Sacra era stata composta da Mantovani nel 2009, nel 50esimo della morte di don Mazzolari e nel 2010 venne per la prima volta eseguita a Cremona, in Cattedrale. Ora il bis nella Cattedrale di Mantova, in un ideale trait d’union tra le due province (Bozzolo è in provincia di Mantova, ma è Diocesi di Cremona). A esibirsi sono stati Alberto Branca come voce recitante, Cosimo Vassallo come tenore e Valentino Salvini come baritono, assieme al coro Polifonico Cremonese e all’orchestra Sinfonica dei Colli Morenici.

“L’unione tra concretezza e profezia – ha detto il vescovo di Mantova Marco Busca, che più di tutti ha voluto portare l’esecuzione anche a Mantova, ai microfoni di Rai Regione, presente per il grande evento – è la dimostrazione della grandezza di don Primo Mazzolari, capace di essere appunto molto concreto con l’esempio e, al contempo, di precorrere i tempi, guardando avanti”.

G.G.

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti