Sport
Commenta

Pomì, Coppa Italia lontana: per entrare nelle top 8 poche combinazioni possibili. Eccole

La squadra di Lucchi deve vincere a Modena e sperare. Vediamo le varie combinazioni: se la Pomì fa 3 punti, supera Firenze e Legnano se queste perdono in casa rispettivamente contro Filottrano e Novara (la seconda ipotesi è facile, la prima molto complicata). Vincendo da 2 punti a Modena, nessuna possibilità.

Foto Sessa

CASALMAGGIORE – Un punto da recuperare sia su Legnano e che su Firenze. La penultima giornata di andata, aperta dal ko della Pomì Casalmaggiore venerdì contro Busto Arsizio, ha certificato che le rosa non possono più giungere al settimo posto in classifica (Monza può solo essere agguantata, ma dalla propria ha un maggiore numero di vittorie). Dunque per partecipare alla Coppa Italia, la squadra di coach Cristiano Lucchi deve ora superare sia Legnano che Firenze, oggi a quota 11, mentre la Pomì è ferma a 10.

La squadra di Lucchi deve vincere a Modena e sperare. Vediamo le varie combinazioni: se la Pomì fa 3 punti, supera Firenze e Legnano se queste perdono in casa rispettivamente contro Filottrano e Novara (la seconda ipotesi è facile, la prima molto complicata). La Pomì può agganciare Firenze anche se quest’ultima vince al tie break, ma in quel caso il numero di successi premierebbe le toscane.

Se la Pomì fa 2 punti, invece, non vi sono speranze: ci sarebbe infatti una sola combinazione possibile per avere una chance. Il problema però è legato al quoziente set: se la Pomì fa 2 punti, Legnano 0 e Firenze 1 punto, a quel punto Pomì e Firenze andrebbero a quota 12 con lo stesso numero di vittorie. A quel punto però, in prospettiva, dovendo finire in questo caso con un 3-2 pro Pomì la gara di Modena e con un ko per 3-2 quella di Firenze, il quoziente set premierebbe ancora le toscane, che avrebbero uno 0.67 (19 set vinti, 28 persi) contro lo 0.66 di Casalmaggiore (18 set vinti, 27 persi).

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti