Ultim'ora
Commenta

Vicomoscano, la 'favola' delle
luci di Natale. Anche la
frazione ha la sua festa

L'amministrazione casalese ha appoggiato da subito l'iniziativa, mettendosi a disposizione: "Il Sindaco venerdì ci ha dato l’ok al volo per mettere le luci e ieri ha mandato degli addetti a pulire il monumento"

VICOMOSCANO – Come in una bella favola, dal finale che fa felici i bambini. Solo che – in questo caso – ad essere felici sono anche gli adulti. Anche Vicomoscano ha il suo albero e le sue luci di Natale. Una tradizione che si era persa da anni e che è ripresa, grazie all’intraprendenza di una cittadina e all’aiuto di tanti amici.

A farsi promotrice di ‘luci a Vicomoscano’ Francesca Belli. “È iniziato tutto lunedì 11 mentre tornavo dal lavoro – ci racconta Francesca – sono passata in mezzo a Vicomoscano e mi sono resa conto che era uno dei pochi paesi senza luci di Natale! Sono arrivata a casa e ho scritto un post su Facebook e via. Ho sentito subito Umberto Corsi, nuovo titolare della tabaccheria di Vicomoscano, che ha appoggiato la mia iniziativa e siamo partiti! Abbiamo raccolto abbastanza anzi continuiamo a ricevere offerte per dare almeno un segno di Natale anche a Vicomoscano! Si sono mobilitate molte persone anche non di Vicomoscano”.

L’amministrazione casalese ha appoggiato da subito l’iniziativa, mettendosi a disposizione: “Il Sindaco venerdì ci ha dato l’ok al volo per mettere le luci e ieri ha mandato degli addetti a pulire il monumento ai caduti e a controllare l’impianto elettrico e ieri Marco Gozzi ha montato tutto”.

Un albero stilizzato e luci sulle colonne. Un bel colpo d’occhio insomma, nell’attesa che – magari nei prossimi anni – si possa addobbare un albero vero. “Continuiamo a ricevere offerte – prosegue Francesca – con il resto dei soldi aggiungeremo luci o pianteremo un abete, se ci danno l’ok per fare un albero vero nei prossimi anni. Vorrei ringraziare Umberto Corsi che ha accettato di raccogliere le nostre donazioni, Gozzi Marco che si è prestato a montare le luci di sabato pomeriggio e poi vorrei ringraziare: Federica Gangemi, Marzia Belletti e Rosetta Lanfredini, Marzia Caleffi Paolo, Guido Soana, Gessjka Tamacoldi, Alberto Bolognesi, Laura Deco, Marcella Campanini (Maria Laura Sturla), Chiara Sartori (Erboristeria Il Filo D’Erba), Roberta Grondini, Angelaornella Zaffanella, Alberta Cantini e Marco Macho Cantini, Giovanna E Claudio Belli, Veronica Belli, Archimede Belli, Franca Belli (Gino Baldini), Letizia Mandile, Patrizia Zardi, Laura Righi, Silvia Tei, Fabrizia Turci, Andrea Savazzi, Guerrini Rosalina (Cristina Gangemi), Stefano Stringhini, Elena Mantovani, Ernestina Gangemi, Stefano Doselli e Elisa Gangemi, Marco Gangemi, Ronnie Maia e Giovanna Medoro”.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti