Sport
Commenta

Rugby Viadana sfida San Donà Frati: "Lavorato anche a Capodanno per questa gara"

"Il San Donà è una squadra che difende in modo molto aggressivo, rovesciando spesso la difesa, dovremo essere molto attenti agli intercetti di Schiabel, un giocatore che prova spesso questa tecnica, anche contro il Reggio ha segnato in questo modo" spiega coach Frati.

VIADANA – Sabato 6 gennaio alle ore 15 presso lo stadio “Pacifici” si giocherà la gara di campionato di Eccellenza tra Lafert San Donà e Rugby Viadana 1970, diretta da Liperini di Livorno, con assistenti Blessano di Treviso e Cusano di Vicenza, quarto uomo Favero di Treviso. Rientreranno tra i gialloneri Brandolini dopo due mesi dalla squalifica presa a Roma contro le Fiamme Oro e Rojas dopo un mese per infortunio. Mancheranno Grigolon causa infortunio e Bacchi e Biondelli per convocazione al raduno Nazionale U20.

Filippo Frati, head coach di Viadana, dichiara: “La loro convocazione è la conferma del buon lavoro che stiamo facendo con i giovani, siamo molto contenti come società. Se per Michelangelo Biondelli è stata una conferma, per Leonardo Bacchi è la prima volta e la sua convocazione deve essere motivo di orgoglio per tutti. L’anno scorso in Accademia a Parma ha lavorato molto duramente, giocando pochissimo però quest’anno è tornato a casa, si è messo a lavoro, ultimamente ha giocato anche da titolare in diverse partite, conquistandosi un posto importante all’interno della squadra. Per “Leo” non deve essere un punto di arrivo ma un punto di partenza, la strada è quella giusta ma è tanto lunga, mi sono raccomandato molto con lui”.

In merito alla partita di sabato il coach aggiunge: “Devo ringraziare i miei ragazzi per la loro disponibilità, perché per preparare al meglio questa partita era necessario lavorare, forse più di altri, per questo motivo ci siamo allenati domenica 31 dicembre e il 1 gennaio, la premessa era chiara: allenarsi in quei giorni non ci darà la certezza di vincere sabato, però senza quegli allenamenti sicuramente avremo perso. Questo era l’unico modo per metterci nelle migliori condizioni possibili e provare ad andare a San Donà e vincere, ma soprattutto per lasciare il campo senza rimpianti”.

“È una partita importante – prosegue Frati – perché giocata contro un’avversaria diretta per il play-off, abbiamo la necessità di fare punti per poter continuare a lottare per i play-off. È vero che mancano tante partite, perchè siamo solamente alla prima giornata del girone di ritorno ma siamo consapevoli che i margini di errore, proprio perché entriamo nel girone di ritorno, si assottigliano e diventa sempre più complicato recuperare eventuali errori o passi falsi. Detto questo sappiamo che sarà una partita difficilissima, San Donà è un campo molto ostico, quando gioca in casa è difficile da affrontare, ha un pubblico molto caldo”. 

A proposito dei prossimi avversari Frati dichiara: “Il San Donà è una squadra che dipende tanto dal numero 10, Ambrosini, uno dei giocatori che nel nostro campionato è in grado di fare la differenza, con una grande esperienza, molto bravo nel far girare la squadra. Dobbiamo stare attenti, è un giocatore che prova anche la soluzione individuale, ha buone gambe e una buona visione di gioco. Lui è il pericolo numero uno. Il San Donà è una squadra che difende in modo molto aggressivo, rovesciando spesso la difesa, dovremo essere molto attenti agli intercetti di Schiabel, un giocatore che prova spesso questa tecnica, anche contro il Reggio ha segnato in questo modo”.

“Quest’anno il San Donà – prosegue Frati – ha allestito una squadra super competitiva, sono state tra le squadre che si sono mosse di più e meglio nel mercato, perché hanno portato con loro 3 giocatori, ex PRO12, la seconda linea Michael Van Vuren, l’estremo Kayle Van Zyl e il centro Andrea Pratichetti. A questi si aggiungono giocatori di classe come Paul Derbyshire e, come ho detto, Ambrosini. È una squadra molto molto esperta, con tanti giocatori in grado di fare la differenza in qualsiasi momento del match. Se ci si soffermasse sull’analisi dei giocatori del San Donà che scenderanno in campo, il pronostico sarebbe a senso unico, a favore della squadra di casa, ma ho un gruppo di ragazzi fantastici, che quest’anno ha già dimostrato di potersela giocare contro chiunque, va da sé che andremo a San Donà per giocarcela fino in fondo e provare ancora una volta a sovvertire il pronostico”. 

Il Viadana, per cominciare, arriva alla partita di domani con due punti in più in classifica rispetto al San Donà. A proposito di questo dato coach Frati conclude: “Questo è qualcosa di cui essere estremamente orgogliosi. Un motivo che ci deve spingere a lavorare ancora più duro e credere ancora di più all’obiettivo dei play-off, questa è la partita migliore per dimostrare qualcosa in più, aprire il girone di andata a San Donà per confermare quanto di buono abbiamo fatto fino ad ora”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti