Commenta

San Martino, i locali
Acli al comune
per 40 anni

"Da tempo questa Amministrazione pensa a come valorizzare un bene che è stato così prezioso per la comunità di San Martino"

SAN MARTINO DALL’ARGINE – In paese a San Martino dall’Argine è da sempre conosciuto come l’Acli. Era il bar dell’Oratorio, ma era anche molto di più: c’era il teatro delle commedie dialettali, l’abitazione dei sacerdoti, le aule per fare catechismo etc.. Ancora prima era stato un Convento dei Frati Minori, con tanto di chiostro cinquecentesco e con una ricca biblioteca. Almeno fino al 1797, quando fu frazionato e venduto a pezzi. Da una decina d’anni questo storico edificio è caduto un po’ in disgrazia, chiuso al pubblico, inutilizzato dalla Parrocchia, inutilizzato per le commedie, si può dire abbandonato a sé stesso. E quando c’è incuria, ecco arrivare i problemi: infiltrazioni, travi marcescenti, umidità sui muri, erbacce etc… Qualche mese fa infatti la Parrocchia è dovuta correre ai ripari e sistemare il tetto che stava crollando, indebitandosi notevolmente.

Ma la Parrocchia da sola non avrebbe più potuto fare molto, per sistemare una struttura simile servono ancora molti soldi e molto lavoro, un onere che la sola piccola Parrocchia di paese non può portare avanti. E così si è fatta avanti l’Amministrazione Comunale. Ne parla il Sindaco Alessio Renoldi: “Da tempo questa Amministrazione pensa a come valorizzare un bene che è stato così prezioso per la comunità di San Martino e la soluzione non poteva che essere quella che è già stata vincente per la Chiesa Castello: la donazione in diritto di superficie per 40 anni. Il Comune praticamente diventa proprietario del bene per un periodo di tempo sufficiente per poter metterci mano. In questo modo potrà, attraverso contributi e finanziamenti regionali o da Fondazioni, ristrutturare l’immobile e renderlo di nuovo fruibile. Ovviamente potrà essere usato solo per scopi di pubblica utilità: spazi culturali, biblioteca, museo, sede di associazioni etc. Potrebbero volerci anni, forse decenni, ma per noi ne vale la pena. L’ex Acli è stato un bene di tutti i sammartinesi e dovrà tornare ad esserlo”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti