Commenta

'Imparare facendo', Santa
Chiara e Regione contro
la dispersione scolastica

Nello specifico i laboratori saranno incentrati su quattro campi (meccanica, moda, ristorazione ed agricoltura), ogni campo prevede poi una suddivisione più specifica

CASALMAGGIORE – “Imparare facendo”: questo il titolo del progetto presentato e approvato da Regione Lombardia che ha preso avvio presso la Fondazione Santa Chiara.

Il progetto finanziato da fondi regionali, è rivolto agli studenti delle scuole medie inferiori a rischio dispersione scolastica, lo scopo  è offrire loro una prospettiva futura, sperimentando il contatto diretto con la scuola superiore e  le attività di laboratorio che concretamente si svolgono, in vista dell’ acquisizione di competenze che permettano loro di collocarsi nella società futura.

Grazie alla collaborazione degli Enti coinvolti (Comune di Casalmaggiore, Comune di Gussola, Istituto Comprensivo Diotti di Casalmaggiore , Istituto Comprensivo Dedalo di Gussola, Aziende agricole del territorio) sono state organizzate presso l’Ente di formazione professionale Fondazione Santa Chiara, diverse tipologie di laboratori esperienziali, che coprono per buona parte il ventaglio dell’offerta formativa professionale presente sul territorio e che permetteranno ai partecipanti di acquisire alcune delle conoscenze di base della professione implicata e produrre uno o più “manufatti”.

Nello specifico i laboratori saranno incentrati su quattro campi (meccanica, moda, ristorazione ed agricoltura), ogni campo prevede poi una suddivisione più specifica, come ad esempio il laboratorio di ristorazione che propone sia un’esperienza in cucina, sia una in sala bar.

Buono il coinvolgimento delle scuole medie del territorio, con un totale di 43 ragazzi inseriti nel progetto, che prevede la condivisione dei risultati durante la festa di fine anno dell’istituto.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti