Commenta

Col film "Il Cittadino Illustre"
a teatro si apre l'anno
di Stupor Mundi Argentina

Il film ha vinto la Coppa Volpi per la miglior citazione a Venezia, premio consegnato all’attore protagonista Oscar Martinez, e si inserisce perfettamente nel filone voluto dalla rassegna, quella appunto del Grande Ritorno.
Nella foto una scena del film argentino

CASALMAGGIORE – Ritorna l’appuntamento con il cinema a teatro a Casalmaggiore, il terzo della rassegna “Il grande ritorno” a cura di Emanuele Piseri, previsto per domenica alle ore 17. Ma non sarà un appuntamento qualunque: sarà infatti anche il primo cronologicamente in calendario per quanto concerne Stupor Mundi 2018.

La rassegna Stupor Mundi, che il comune di Casalmaggiore ha sposato da un paio di anni a questa parte, intende portare in città eventi musicali, culturali, cinematografici e teatrali che raccontino con un linguaggio semplice e non troppo d’elite le caratteristiche e i tratti salienti della cultura di un determinato Paese, prescelto per le sue tradizioni e la sua cultura, appunto, di altissimo livello nella storia dell’umanità. Se il 2016 venne dedicato al Giappone e se si è chiusa da poco la mostra al Museo del Bijou dedicata all’Iran, ultimo appuntamento dello Stupor Mundi 2017 pensato per celebrare l’Antica Persia, ecco che il 2018 batterà a Casalmaggiore bandiera argentina.

Proprio dall’Argentina arriva così il film in scena al Comunale domenica alle 17: “Il Cittadino Illustre”, diretto da Mariano Cohn e Gaston Duprat, narra il ritorno a casa di uno scrittore premio Nobel e lo fa nel segno del detto “Nessuno è profeta in patria”. Il film ha vinto la Coppa Volpi per la miglior recitazione a Venezia, premio consegnato all’attore protagonista Oscar Martinez, e si inserisce perfettamente nel filone voluto dalla rassegna, quella appunto del Grande Ritorno. Candidato anche all’Oscar per il miglior film straniero nel 2017, “Il Cittadino Illustre” ha dunque l’onere e l’onore di aprire Stupor Mundi Argentina, in attesa della presentazione del programma che non mancherà di attirare curiosi e gente di cultura negli spazi del teatro, della biblioteca, dei Musei Diotti e del Bijou e delle rassegne più popolari come, ad esempio, la Fiera di Piazza Spagna in estate.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti