Ultim'ora
Un commento

Ponte sul Po, il problema
delle indicazioni "nascoste" per
gli autotrasportatori da Viadana

Ci sono autisti e autotrasportatori che da Viadana si spostano verso Casalmaggiore, per i quali non esiste - a detta di Zanichelli - una segnaletica idonea: soprattutto non vi sarebbe un avviso preventivo che indichi la chiusura del ponte stradale.

VIADANA/CASALMAGGIORE – “Ogni tanto mi faccio sentire per rompere le scatole a qualcuno”. Così Roberto Zanichelli, industriale di Viadana che già alzo la voce per quanto concerne la situazione viabilistica del quartiere Gerbolina e della zona Fenilrosso di Viadana, torna alla carica. Ma questa volta parlando della situazione del ponte di Casalmaggiore. Non ci sono soltanto gli autisti costretti a spostarsi verso Viadana, e verso il suo ponte, per arrivare sulla sponda parmense del Po. Ci sono anche autisti e autotrasportatori che da Viadana si spostano verso Casalmaggiore, per i quali non esiste – a detta di Zanichelli – una segnaletica idonea: soprattutto non vi sarebbe un avviso preventivo che indichi la chiusura del ponte stradale.

“Se un automobilista – spiega Zanichelli – inserisce sul proprio navigatore la partenza da Casaletto di Viadana con destinazione Colorno, il navigatore gli indica di andare a Viadana, Cicognara, Casalbellotto e infine arriva sulla rotonda di Casalmaggiore, dove si trova il ponte chiuso. Questo perché in 10-15 km di strada da Viadana a Casalmaggiore non c’è un cartello, che avvisa della chiusura”. “Voglio chiedere al sindaco di Casalmaggiore Filippo Bongiovanni – spiega Zanichelli – chi sia l’ente preposto a realizzare queste segnalazioni? Comune, Anas, Vigili Urbani, Provincia, Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Forestale? Perché chiunque sia, doveva approntare questa segnaletica già due mesi e mezzo fa”.

Zanichelli poi analizza la situazione, leggermente diversa, di un autotrasportatore. “Se inserisce sul proprio navigatore la partenza sempre da Casaletto di Viadana e sempre con destinazione Colorno, il navigatore gli indica di andare a Viadana, Cicognara, Casalbellotto, Quattrocase, Casalmaggiore. Solo dopo 10 km si troverebbe sulla rotonda di Quattrocase un cartello giallo (anonimo) con scritto Parma sulla propria sinistra. Se invece arriva sulla rotonda tra Sabbioneta e Casalmaggiore, finalmente troverebbe un cartello che informa della chiusura. Se per caso dovesse prendere la nuova Gronda Nord, solo dopo 10 km troverebbe il cartello del ponte chiuso. Voglio chiedere al sindaco di Casalmaggiore se sa chi sia stato a piazzare il cartello del ponte chiuso dietro ad un altro cartello in modo che non si riesca leggerlo. In 30 anni che guido, e 1.500.000 di km percorsi, posso dire che tanti non sanno cosa stanno facendo. Una persona che guida un camion di 13 mt arriva ad una rotonda, deve stare attento a non rovesciare il camion, alla strada, dare le precedenza e leggere anche i cartelli seminascosti. E poi, deve fare anche le capriole? Pensa di riuscire a sistemare le cose con le persone che ha vicino?”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti