Commenta

Biblioteca di Acquanegra
sul Chiese: è tempo di
effettuare lo scarto librario

Si procederà all’eliminazione fisica dei volumi, valutando la possibilità di poterne in parte garantire un riutilizzo per specifiche iniziative.

ACQUANEGRA SUL CHIESE – E’ giunto il tempo di provvedere allo scarto librario alla Biblioteca Comunale “Gianni Bosio” di Acquanegra sul Chiese. Il procedimento ha una funzione importante e imprescindibile all’interno della Biblioteca pubblica, rappresenta l’altra faccia della medaglia rispetto all’acquisto e all’accettazione delle donazioni, per offrire agli utenti un servizio che sia di alto profilo. Come l’acquisto librario, anche lo scarto è un’attività assolutamente normale e da effettuarsi con cadenza periodica.

Come sottolineato dall’Associazione Italiana Biblioteche, lo scarto librario è un’attività di natura tecnica che rimane nella specifica ed esclusiva professionalità del Bibliotecario, il solo che conosce tutti gli aspetti che definiscono la “coerenza” del libro rispetto al resto del patrimonio librario della Biblioteca. La Biblioteca è un organismo vitale che evolve ed è fatto solo in parte di volumi perché in esso sono determinanti non solo le specifiche caratteristiche del libro e le sue condizioni fisiche, ma anche altri fattori come la circolazione libraria, la documentazione bibliografica, l’esperienza del Bibliotecario: ogni volume va visto, pertanto, nell’insieme del patrimonio librario presente e futuro.

Lo scarto librario consentirà alla Biblioteca di Acquanegra di offrire uno spazio sempre confortevole ai suoi utenti e consentire loro, in modo particolare nelle sezioni di saggistica, di poter disporre di una collezione con informazioni utili, aggiornate ed adeguate.

Nel corso del 2017 sono state effettuate tutte le operazioni tecniche ad opera del Bibliotecario (comprese la richiesta di autorizzazione alla Soprintendenza Archivistica e Bibliografica regionale, che ha dato parere favorevole) e nel gennaio del 2018 è stata approvata la Delibera di Giunta che ufficializza lo scarto librario sdemanializzando i volumi interessati.

Si procederà ora, all’eliminazione fisica dei volumi, valutando la possibilità di poterne in parte garantire un riutilizzo per specifiche iniziative.

redazione@oglioponews.it

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti