2 Commenti

Voto utile? Quello dato
con la mente e con il
cuore, non sotto ricatto

Lettera scritta da Sante Gerelli (Sinistra Italiana-Liberi e Uguali)

Egregio direttore, assistiamo spesso in ogni campagna elettorale , al riferimento da parte dei partiti più grandi alla richiesta del voto utile , con lo spauracchio che altrimenti vincono i populisti , vince la destra, o viceversa.
Mentre distribuivo i volantini con il programma di LIBERI e UGUALI, un cittadino mi ha detto di aver sentito in televisione Renzi sostenere che chi avrebbe intenzione di votare per Dalema , ovvero la lista di LIBERI e UGUALI di conseguenza voterebbe per Berlusconi o Salvini.
Come si è ridotta la politica Italiana , senza valori, senza ideali, priva di coerenza .
Renzi e il PD sostengono che il voto utile serve a sconfiggere Berlusconi, questa è un’offesa alla dignità delle persone, che come me votano e si impegnano per una positiva affermazione di LIBERI e UGUALI.
Berlusconi nel momento in cui era in difficoltà politica e morale, ci ha pensato Renzi e il PD a rianimarlo e a riattivarlo con il patto del Nazzareno .
Renzi e il PD ha confezionato con Berlusconi una legge elettorale, una legge confusa e truffaldina , la quale con ogni probabilità non darà la governabilità , anzi potrebbe aprire la strada alle larghe intese.
Questa legge è passata con 8 votazioni di fiducia 3 alla camera e ben 5 al senato, quindi una legge blindata alla quale il parlamento non ha potuto discuterla e porre modifiche
Quindi che paura ha il PD e Renzi di questa destra, e di conseguenza di che voto utile parla.
Il voto utile è quello dato con la speranza che qualche cosa cambi, il voto è espressione di una appartenenza, di idee , di speranza per conquiste e diritti duraturi.
Il voto utile è quello che dai con passione , con il coinvolgimento, ma non si può chiamare utile il voto sotto il ricatto del salto nel buio.
Racchiudere tutto in un rapporto burocratico, rischia di allontanare sempre di più i cittadini dalla vita politica e dal voto.
L’Italia è una repubblica parlamentare, dove i governi li dovrebbe scegliere il parlamento, quindi il voto dato a LIBERI e UGUALI è UN VOTO IMPORTANTE.
Se LIBERI e UGUALI riuscisse a fare eleggere un numero importante di Deputati e Senatori, questi rappresenterebbero e non svilirebbero i valori di chi li ha votati, influenzerebbero le scelte economiche e amministrative nella difesa dei ceti più deboli e disagiati, in difesa di una società migliore.
L’espressione del voto è una scelta importante .La prima volta che ho espresso il mio voto nel lontano 1970 , pur essendo convinto della scelta che stavo per compiere , soddisfazione e tensione si assommavano, e prima di consegnare la scheda lo aperta e riaperta per paura che da qualche parte spuntasse qualche segno e questa fosse annullata.
Erano gli anni della passione politica, gli anni dei grandi leader, Moro, Berlinguer, Nenni, gli anni dove era impensabile che centinaia di deputati e senatori cambiassero partito nel corso di una legislatura.
Ebbene , non cadiamo nel trucchetto del voto utile. Spero che dal voto del 4 marzo possa uscire una buona affermazione della lista LIBERI e UGUALI , e questa serva come primo tassello per riavere finalmente anche in Italia un forte partito della sinistra. Questo si è davvero il voto utile.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • CANACRAÈPA

    ma come cavolo ragioni??? se perde la pseudo sinistra voi che dovresteessere pi’a sinistra pensate di affermarvi?????? di sinistra non vi è rimasta che la mano perchè il piede è maschile!!!!!

  • luigino biragat

    Si, ciao. Morti e sepolti. Come le loro idee ancorate con il cemento in un tempo che fu. Addio.