Commenta

Camera e Senato, ecco
chi ce la fa tra Cremona e
Mantova. E chi ancora spera

Daniela Santanché e Isabella Rauti al Senato; Silvana Comaroli e Raffaele Volpi alla Camera dei Deputati sono i primi quattro nomi certi eletti nei collegi di Cremona-Suzzara e Cremona-Crema. Speranza e (quasi) certezze anche per altri.

Daniela Santanché e Isabella Rauti al Senato; Silvana Comaroli e Raffaele Volpi alla Camera dei Deputati sono i primi quattro nomi certi eletti nei collegi di Cremona-Suzzara e Cremona-Crema che siederanno nel parlamento uscito dalle urne del 4 marzo. Le prime due, nomi forti di Fratelli d’Italia; i secondi targati Lega Nord. Esclusa dal Parlamento decretato dai cremonesi, per ora, Forza Italia: bisognerà vedere in che modo i voti presi da tutta la coalizione premieranno i berlusconiani nel riparto proporzionale. Non è escluso che, visto l’exploit della Lega nel collegio Cremona-Crema della Camera (31,11%) riesca  beneficiare della quota proporzionale Simone Bossi, segretario della federazione di Cremona e nome di spicco anche a livello regionale.

Sempre restando nel riparto proporzionale è praticamente certo di una riconferma in Parlamento (dove era al Senato) il democratico Luciano Pizzetti, secondo nella lista plurinominale per il collegio 4 della Camera dopo Maria Elena Boschi, eletta nell’uninominale a Bolzano. La sua elezione non è ancora ufficiale, ma è certa considerati i risultati della coalizione di centrosinistra nel collegio (seconda posizione dopo il centrodestra con il 23,44%, con il Pd che ha fatto da traino con il 20,34%).

Danilo Toninelli del M5S, altro candidato di spicco del territorio cremonese, non ce l’ha fatta ad entrare in Senato attraverso l’uninominale e non è detto che riesca a spuntarla nemmeno nel riparto proporzionale. M5S è la terza forza nel collegio 17 Cremona-Crema, con il 22,23% (dopo il centrodestra al 48,12% e il centrosinistra al 23,18%). Qui il deputato uscente soresinese figura come primo nome nel listino plurinominale. La certezza di una riconferma o meno si avrà nel pomeriggio.

Detto di Isabella Rauti, che ha dominato al Senato sul collegio di Cremona-Mantova e che è stata citata da Giorgia Meloni nel discorso post elettorale come una delle vittorie che più ha fatto piacere alla leader di Fratelli d’Italia, e del leghista Raffaele Volpi, eletto sempre in Senato, sul mantovano alla Camera si registra che l’affermazione chiara per Andrea Dara, con un netto vantaggio su Marco Carra. Tra i mantovani che entrano alla Camera ci saranno ancora Bruno Tabacci (+Europa) e Alberto Zolezzi (Movimento 5 Stelle), eletto nel proporzionale. In forse, ma con buone possibilità, Anna Lisa Baroni (Forza Italia).

Giuliana Biagi

© Riproduzione riservata
Commenti