Commenta

Regione, Oglio Po non
rappresentato: Bongiovanni
out, si attende l'ufficialità

Il rischio è di non vedere un rappresentante casalasco in Regione nemmeno questa volta. Il rammarico è acuito dal fatto che Bongiovanni ha perso qualche preferenze, annullata per l’errore nel sistema del voto disgiunto.

Un consigliere della Lega e uno del Partito Democratico. Poi, a seconda di come andrà con il calcolo dei “doppi resti”, uno di Lega, Forza Italia o Movimento 5 Stelle. Ma per Filippo Bongiovanni, sindaco di Casalmaggiore, la strada sembrerebbe preclusa. E per due soli voti. E’ questo l’esito, a suo modo clamoroso proprio per le distanze minime, dello spoglio delle preferenze alle Regionali.

E’ sicuro di sedere in consiglio provinciale Federico Lena, che ha raccolto 1412 preferenze, issandosi al primo posto del primo partito in provincia di Cremona, la Lega appunto. Ce la fa anche Matteo Piloni, segretario Pd provinciale (di Crema), nonostante il ko di Gori: le sue 4217 preferenze gli valgono l’unico seggio che dovrebbe andare alle minoranze. A patto che il terzo seggio riservato a consiglieri di Cremona non finisca al Movimento 5 Stelle, con le 283 preferenze di Marco Degli Angeli. Sul terzo seggio se la giocano, come detto, tre partiti: oltre ai 5 Stelle sperano Forza Italia e Carlo Malvezzi (3852 presenze) oppure ancora la Lega, che otterrebbe due seggi. In questo caso risulterebbero decisivi i due voti in più presi da Cristina Cappellini rispetto a Filippo Bongiovanni (1221 a 1219).

C’è una sola chance per il sindaco di Casalmaggiore, ossia che o Lena o Cappellini vengano nominati assessori: a quel punto, se la Lega avrà effettivamente due consiglieri, ecco che Bongiovanni potrebbe essere ripescato. Stiamo a vedere ma il rischio è di non vedere un rappresentante casalasco in Regione nemmeno questa volta. Il rammarico è acuito dal fatto che Bongiovanni ha perso qualche preferenza, annullata per l’errore nel sistema del voto disgiunto.

Si attende intanto l’esito delle preferenze anche per i consiglieri della provincia di Mantova: in pole vi sarebbero Antonella Forattini in quota Pd (oltre 2mila preferenze, dato in aggiornamento), Alessandra Cappellari in quota Lega (oltre 1600 preferenze, dato in aggiornamento) e Andrea Fiasconaro (oltre 800 preferenze, dato in aggiornamento), che sarebbe riconfermato per i 5 Stelle. Anche in questo caso il comprensorio Oglio Po non avrebbe rappresentanti diretti in Regione.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti