Commenta

Lucky, da 'cane di strada' a
meticcio felice: da Gussola
una storia a lieto fine

Un piccolo miracolo per lui, o semplicemente l'incontro con chi gli ha aperto il cuore. Una famiglia di Gussola infatti, che già lo conosceva e dove già andava a cercar cibo, ha deciso di prendersene cura.

GUSSOLA – Era stato tradito Lucky. Più di un anno fa, quando chi se ne era preso cura lo aveva abbandonato in strada. Il piccolo meticcio con qualche anno da portarsi addosso, pelo nero e muso segnato dal grigio del tempo che avanza, era stato lasciato da solo.

I suoi compagni di vita umani si erano trasferiti in Inghilterra e a pagare dazio era stato lui. Lucky si era adattato a quella ‘nuova’ vita che non aveva scelto di vivere. Una parte della popolazione di Gussola lo aveva ‘adottato’: c’era chi gli dava qualcosa da mangiare, lo vedevi tutte le mattine a prendersi un tozzo di pane o davanti al bar Harpo’s, dove Marina Maini gli allungava qualcosa e qualcosa trovava anche da altre parti.

Non tutti lo avevano accettato, come qualche volta capita ai cani di strada. Ma comunque Lucky aveva trovato un suo equilibrio. Il meticcio – da quel che ci raccontano – non aveva mai dato fastidio a nessuno. Viveva così, tra la piazza del paese e le vie del comune che guardano all’argine. Sino a un paio di settimane fa, quando, dopo una segnalazione, è stato accalappiato dal servizio veterinario provinciale, e per lui si sono aperte le porte del canile sanitario (10 giorni) e poi quelle del Canile di ANPANA.

Con l’età Lucky era diventato un po’ sordo ed anche la vista non era più quella di un tempo, e poi i cani in giro per strada, seppur accorti e con esperienza ‘sul campo’ come quel meticcetto esile e nero dal muso segnato dal tempo, sono sempre e comunque in pericolo, rischiano sempre di fare una brutta fine.

Un cane anziano in un canile non ha quasi mai un destino felice, ma il destino per Lucky è stato più che positivo. Un piccolo miracolo per lui, o semplicemente l’incontro con chi gli ha aperto il cuore. Una famiglia di Gussola infatti, che già lo conosceva e dove già andava a cercar cibo, ha deciso di prendersene cura. Per sempre.

Smaltite tutte le pratiche burocratiche Lucky trascorrerà quel che resta della sua vita amato in una casa, con altri compagni di vita. Ed una mano umana accanto alla quale, finalmente trovar quiete dopo una vita non troppo fortunata.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti