Eventi
Commenta

Homies (domani sera), poi Guarnera e 'la Centralissima'. E in estate una bella sorpresa...

Ad aprire la stagione, domani sera, saranno gli Homies. Tommaso Frassanito alla batteria, Mattia Foina chitarra e voce, Luca Bernardi tastiere e voce e Mirco Boldrini basso e voce

CASALMAGGIORE – Due date in fase di allestimento ad aprile, un’apertura questo giovedì, cinque concerti a maggio. ‘La Centralissima’, ma non solo. La musica, quella di qualità, poche cover e moltissima musica scritta ed interpretata dai gruppi che si esibiranno.

La qualità ancora una volta protagonista della stagione primaverile del bar Centrale. Tommaso Frassanito – con l’ausilio di papà Franco per quanto riguarda una delle date in cartellone – spiega che ne sarà della stagione live in piazza Garibaldi, e sempre Franco ci dà una gustosa anticipazione per l’inizio dell’estate.

Partiamo da ‘La Centralissima’, straordinaria rassegna giunta al terzo anno. Saranno cinque le date in cartellone, per tutti e cinque i giovedì di maggio. Tutti – tempo permettendo naturalmente – concerti all’aperto. E’ stato uno dei motivi per cui si è deciso di attendere la primavera inoltrata per dare il via ai concerti. “I gruppi sono in via di definizione in questi giorni – spiega Tommaso – appena avremo la certezza sui nomi saranno comunicati”. Gruppi – o artisti – in grado di stupire, come nelle rassegne precedenti.

Ad aprile due saranno le date da seguire (anche queste in via di definizione). La prima – dovrebbe essere il 26 – riguarderà un concerto jazz di un gruppo olandese. La seconda è una ‘chicca’ per Casalmaggiore. Ad esibirsi con uno dei migliori – se non il migliore – hammondista italiano, Pippo Guarnera. Sarà un concerto ‘unico’ quello di Guarnera. Il ‘virtuoso’ dell’organo Hammond infatti si esibirà con un gruppo di artiti locali in una performance certamente da ricordare.

Pippo Guarnera, diversamente giovane, classe 1953, è conosciuto per tante collaborazioni. Carey Bell, Lovie Lee, Jeann Carroll, Sugar Blue, Karen Carroll, Luther Allison, Lowell Fulson, Billy Brunch, Coco Montoya, Maria Muldaur, Corey Harris, Rudi Rotta per citare solo alcuni del mondo del blues. Eugenio Finardi, Ligabue, Gianna Nannini e Timoria per quanto riguarda alcuni artisti con cui ha collaborato. Conosciuto anche per i ‘Napoli Centrale’, uno dei più importanti complessi del panorama della musica jazz-rock italiana degli anni settanta. Il leader della band è il noto sassofonista napoletano James Senese.

Guarnera ha accettato la sfida. Sarà il punto centrale di una band di musicisti allestiti per l’occasione. Tanti ragazzi, ed alcuni ragazzi diversamente giovani, riuniti in piazza – davanti al bar – per fare musica.

Ad aprire la stagione, domani sera, saranno gli Homies. Tommaso Frassanito alla batteria, Mattia Foina chitarra e voce, Luca Bernardi tastiere e voce e Mirco Boldrini basso e voce. Il genere è un folk blues ricercato, un percorso che a partire dagli anni ’70 arriverà sino a Ben Harper. Cover, ma non solo perché gli Homies eseguiranno anche pezzi scritti da loro. Sono davvero bravi ed esuguono brani non semplici con energia e classe, assolutamente da ascoltare.

Infine un’anticipazione ghiotta. Franco Frassanito e Laura Passerini mamma di Francesca Cerati si sono parlati nei giorni scorsi. L’intenzione è quella di organizzare – in un venerdì e sabato d’estate – due serate speciali, sfruttando il palco naturale della parte antistante all’abazia di Santo Stefano. Saranno due serate, una dedicata alla danza ed una alla musica, unite dal contesto. Nel piazzale del Maffei infatti, con l’ausilio di attività locali, verrà allestito uno spazio cibo. Un momento di socializzazione insomma, per chi – amante delle feste di una volta – vorrà concedersi un’ora e mezza d’intenso spettacolo e magari anche bersi una birra o consumare qualcosa in compagnia di amici.

Avremo tempo per riparlarne. Intanto l’appuntamento è per domani sera al Caffé Centrale.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti