Commenta

Immagini della fantasia,
a Casalmaggiore mostra
dal respiro internazionale

La mostra ha avuto origine grazie a Štěpán Zavrel, artista boemo nato a Praga nel 1932 e scomparso proprio a Sàrmede nel 1999, dopo aver reso questo piccolo centro della provincia di Treviso un vero e proprio “paese delle fiabe”.

CASALMAGGIORE – Casalmaggiore ospita quest’anno per la prima volta Le immagini della fantasia, la più ricca esposizione italiana dedicata al libro illustrato per l’infanzia. Al- lestita al Museo Diotti, rappresenta una selezione della grande e celebre Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia di Sàrmede, giunta nel 2017 alla 35esima edizione. L’inaugurazione è prevista sabato alle ore 17.

La mostra – a cura di Monica Monachesi – ha avuto origine grazie a Štěpán Zavrel, artista boemo nato a Praga nel 1932 e scomparso proprio a Sàrmede nel 1999, dopo aver reso questo piccolo centro della provincia di Treviso un vero e proprio “paese delle fiabe”, punto di incontro per illustratori di tutto il mondo, sede di corsi e di una mostra annuale che è diventata un evento frequentatis- simo dalle scuole e dalle famiglie, oltre che dagli operatori del settore. La sua è una storia di speranza, sofferenza e rinascita che lo accomuna a milioni di esseri umani oggi in cerca di salvezza da guerre, persecuzioni e miseria, trasformando la sua testimonianza e il suo lascito in un messaggio di grandissima attualità.

Il fenomeno della migrazione è per l’appunto uno dei temi trattati dalla sezione della mostra ospitata a Casalmaggiore, una collettiva con le tavole originali e i libri di 31 autori internazionali, con l’obiettivo di dare visibilità ai linguaggi contemporanei dell’illustrazione e cercando di cogliere l’esemplarità del per- corso creativo di ogni autore nel contesto mondiale. Con questa mostra il Museo Diotti conferma la sua forte vocazione didattica e intende contribuire alla ricostruzione di una cultura dell’immagine, atto comunicativo centrale che connota, interpreta e ricrea un testo.

Di seguito ecco gli illustratori in mostra, da tutto il mondo: Jon Agee (Stati Uniti) Rocío Araya (Spagna) Anna+Elena Balbusso (Italia) Rotraut Susanne Berner (Germania) Coralie Bickford-Smith (Gran Bretagna) Nadia Budde (Germania) Francesco Chiacchio (Italia) Maria Dek (Polonia) Paolo Domeniconi (Italia) Charles Dutertre (Francia) Amélie Fontaine (Francia) Susumi Fujimoto (Giappone) Philip Giordano (Italia) Armin Greder (Svizzera) Guridi (Spagna) Maja Kastelic (Slovenia) Giovanni Manna (Italia) Gioia Marchegiani (Italia) Sophia Martineck (Germania) Martoz (Italia) Yunko Nakamura (Giappone) Chiaki Okada (Giappone) Mayumi Otero (Francia) Ramón París (Venezuela) Marco Paschetta (Italia) Clotilde Perrin (Francia) Sualzo (Italia) Page Tsou (Taiwan) Michio Watanabe (Giappone) Francisca Yáñez (Cile) Yocci (Giappone).

Informazioni utili:
Orari: da martedì a venerdì 8.00-13.00 sabato e festivi 15.30-18.30
Ingresso: intero € 3,00; ridotto € 2,50 (minori di 25 e maggiori di 65 anni); gratuito bambini fino a 6 anni, tessera Museo, Abbonamento Musei Lombardia Ingresso scolaresche gratuito. Visite guidate e laboratori: € 4,00 per alunno
Visite animate per le famiglie: domenica 8, 15, 22, 29 aprile – ore 15.30 info: info@museodiotti.it
Tel: 0375/200416
Informazioni: www.fondazionezavrel.it www.museodiotti.it www.tapirulan.it

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti