Ultim'ora
Commenta

Boris, meticcio sfortunato: tre
abbandoni, cerca chi lo
possa veramente amare

Lo splendido meticcio pieno di vita si trova al Canile Rifugio la Cuccia e il Nido Anpana Onlus di Calvatone (CR). Aperto tutti i giorni dalle 15:00 alle 19:00, weekend compreso. Telefono 348/5929761

CALVATONE – Due anni, e ferite profonde da portarsi addosso. Perché a pagare alla fine è sempre il cane ‘oggetto’, quello che viene adottato per un capriccio e non diviene parte integrante della famiglia, a prescindere da come la famiglia evolva poi nel tempo. Perché nella vita ci si conosce, ci si innamora, magari si condivide un percorso di vita insieme e poi quel percorso non sempre prosegue in eterno.

In caso di separazione, quel che non è più necessario lo si molla, come fosse possibile dimenticare quel che ami. Non lo è (possibile dimenticare, se ami), perché o ami e non dimentichi, o non ami e quel che un tempo ti sembrava bello diventa un orpello inutile, non più necessario.

Orpello inutile, Boris, un meticcio dal carattere splendido, lo è divenuto per ben due volte in due anni. Trovato due anni fa vagante e senza chip, era stato portato al Canile di Calvatone.

“Era stato fortunato – spiegano i volontari di ANPANA – per lui era capitata prestissimo una richiesta di adozione, vagliata, come sempre, con colloquio di preaffido. Peccato che la favola di Boris dopo un anno finisce, la coppia si molla, il cane rimane a lungo tempo da solo. Ecco cosa diventa il povero Boris, da oggetto del desiderio a scomodo inquilino che richiede attenzioni. Non c’è tempo di cercare alternative, non c’è voglia, Boris rientra in un box”.

L’ennesimo trauma della sua pur breve vita, ma per un cane come Boris arriva una seconda occasione: “Boris – proseguono i volontari – viene nuovamente notato e scelto da un’altra coppia, anche stavolta viene svolto un colloquio in cui tutti gli aspetti dell’adozione vengono rimarcati più e più volte. Tutto sembrava filare liscio, ma l’incubo si ripete. Dopo le foto felici assieme, in vacanza sulla neve, parole di lodi nei confronti del cane, dopo soli 4 mesi ci arriva un freddo comunicato. Ci siamo separati, non posso tenerlo, ve lo devo riportare. Ancora una volta la colpa non è del cane”.

Scaricato come un pacco, per due volte in due anni. Scaricato perché di un cane ci si può liberare senza particolari rimpianti, se non lo si ama in maniera profonda, se della famiglia non diviene parte. Boris ora cerca una famiglia vera, fatta da due persone che – prima ancora ed oltre all’amarsi reciprocamente – decidano che ci sono amori irrinunciabili a prescindere da come poi va la vita.

Adottare un cane non è come far la spesa all’Ikea, come comprare un mobile e poi liberarsene quando ci si stanca. Adottare deve sempre essere una scelta convinta e consapevole.

“E’ un cane inizialmente timido con chi conosce – concludono i volontari di ANPANA – di certo 2 case in un anno e mezzo non lo hanno di certo aiutato, ma è un cane buono, bello, intelligente. Ama andare al guinzaglio, fare nuove esperienze e sembra inseribile con altri cani, ma in ogni caso è obbligatoria la prova di compatibilità presso le nostre aree di sgambamento. Boris è stanco di essere preso in giro, come lo siamo noi. Vuole solo cercare un lieto fine, che sia per sempre stavolta”.

Lo splendido meticcio pieno di vita si trova al Canile Rifugio la Cuccia e il Nido Anpana Onlus di Calvatone (CR). Aperto tutti i giorni dalle 15:00 alle 19:00, weekend compreso. Telefono 348/5929761.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti