Ambiente
Commenta

Giornata Mondiale della Terra: 12 nuovi alberi col Rotary Cop e altri progetti a Viadana

Tre piante alla materna di Carobbio, una alla elementare di Casaletto, due a testa per la materna di Bellaguarda, la media di San Matteo, la ex materna di Cogozzo e la materna di Cicognara. “Dodici alberi - ha detto Cavatorta - simbolo di vita, fertilità, crescita e natura".

VIADANA – Viadana ha celebrato con due azioni concrete la Giornata Mondiale della Terra, proclamata per domenica 22 aprile. Venerdì, nel cortile dell’istituto comprensivo Parazzi è stato infatti inaugurato il giardino-frutteto che gli alunni della 2° B assieme all’insegnante Mara Saccani hanno progettato nei giorni scorsi. Ibisco, bignonia, caprifoglio, forsizia, gelso, pesco e gelsomino compongono il boschetto, inaugurato anche dall’assessore all’Ambiente Alessandro Cavallari intervenuto per l’occasione. Presso Palazzo Gonzaga, dove si trova il centro Ial di formazione professionale, ha preso forma al contempo un orto didattico curato dagli alunni con la prof. Giovanna Perro. Servirà anche per aiutare gli studenti in cucina per imparare a cucinare con le erbe aromatiche e non solo.

In seconda battuta domenica alle 10.45 presso la scuola di Carrobbio con una semplice cerimonia di inaugurazione sono state piantumate nel giardino alcune essenze donate dal Rotary eClub 2050, alla presenza del sindaco di Viadana Giovanni Cavatorta e dell’assessore all’Ambiente Alessandro Cavallari. Hanno presenziato per il Rotary eClub2050 il Presidente Domenico Panarelli ed il Tesoriere, Past President, Pietro Sganzerla che ha coordinato l’evento. Le essenze autoctone piantumate sono le Tilia Hybrida Argentea innestata su T. Platy Phyllos, per rinfoltire le aree verdi di alcune delle scuole del Comune, suddivise in questo modo: tre piante alla scuola materna di Carobbio, una alla elementare di Casaletto, due a testa per la materna di Bellaguarda, la media di San Matteo, la ex materna di Cogozzo e la materna di Cicognara. “Dodici alberi – ha detto Cavatorta – simbolo di vita, fertilità, crescita e natura: esempi viventi di come i nostri bambini e ragazzi dovranno crescere, nel piano rispetto dell’ambiente”.

Il Presidente del Rotary International 2017/18, Ian Risley, ha chiesto quest’anno di celebrare l’Earth Day ad ogni Club e ad ogni rotariano piantando un albero nel territorio dove si sviluppano le attività rotariane. I rotariani nel mondo sono più di 1.200.000, distribuiti in 35.000 club in 220 paesi. Così a distanza di pochi giorni dal successo dell’edizione 2018 del Ryla Junior a Casalmaggiore, seminario esperienziale dedicato alla formazione valoriale di 40 giovani del territorio casalasco selezionati dalle scuole, l’ eClub2050 ha scelto Viadana per testimoniare il proprio impegno e la vicinanza ai bisogni di questo comprensorio, combattere la deforestazione e salvare così il pianeta.

Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura e l’Agenzia di protezione ambientale degli USA, un singolo albero aiuta ad assorbire una tonnellata di gas serra durante la sua vita e produce l’ossigeno sufficiente a quattro persone ogni giorno, oltre a rinfrescare l’aria quanto un condizionatore d’aria in funzione 20 ore al giorno, e produce circa 273 USD in benefici all’anno. Il service è totalmente a carico del Rotary Club che ha donato, come detto, le essenze per celebrare la giornata sensibilizzando così la popolazione e le nuove generazioni alla responsabilizzazione individuale verso un consumo sostenibile, allo sviluppo di una green economy e a un sistema educativo ispirato alle tematiche ambientali.

Nata il 22 aprile 1970 per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali della Terra come movimento universitario, nel tempo, la Giornata della Terra è divenuta un avvenimento educativo ed informativo. Nel corso degli anni la partecipazione internazionale all’Earth Day è cresciuta superando oltre il miliardo di persone in tutto il mondo: è l’affermazione della “Green Generation”, che guarda ad un futuro libero dall’energia da combustibili fossili, in favore di fonti rinnovabili.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti