Cronaca
Commenta

Poste caos: avvisi di scadenza dell'assicurazione auto tornano al mittente dopo 7 mesi

Accade a Viadana. Il problema è serio perché il mancato rinnovo dell’assicurazione crea disagi non di poco conto: si può arrivare anche al sequestro del mezzo e, attenzione, in caso di sinistro non coperto si può entrare anche nel penale.

VIADANA – Non soltanto i problemi dovuti alla nuova riorganizzazione interna, che porterà la posta a giorni alterni in alcuni comuni mantovani (a Viadana, per sopperire al problema, si affiancherà la linea Business a quella Base). Poste Italiane fa arrabbiare alcuni professionisti pure in un modo diverso.

Protagonista della disavventura e della denuncia è Alberto Ziliani, che gestisce la filiale Unipol Sai di Viadana. Il tema in questione è quello delle assicurazioni per le automobili. “E’ vero che il cliente, in genere, dovrebbe sapere quando scade la propria assicurazione – spiega Ziliani – ma noi spediamo sempre un avviso per il rinnovo. Ebbene, a settembre 2017 spedimmo 100 avvisi in totale. Giusto oggi, 27 aprile, nove di questi avvisi sono tornati indietro. Il motivo? Indirizzo incompleto, sconosciuto oppure destinatario irreperibile. Io posso capire tutto, e capisco la difficoltà a trovare questi destinatari, ma essendo documenti delicati, perché restituirli al mittente soltanto dopo sette mesi? Poi giustamente il cliente può lamentarsi con noi”.

Il problema è serio perché il mancato rinnovo dell’assicurazione crea disagi non di poco conto: si può arrivare anche al sequestro del mezzo e, attenzione, in caso di sinistro non coperto si può entrare pure nel penale. “Questa è mancanza di rispetto verso i cittadini – attacca Ziliani – e il caso della mia agenzia di Viadana non è l’unico. Anche a Suzzara so di un paio di lettere tornate in sede, sempre a distanza di 6-7 mesi dal primo invio. Io continuo a chiedermi perché”.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti