Eventi
Commenta

L'Istituto Romani sposa la solidarietà: spettacolo di fine anno a favore dell'AIDO

Per l'Istituto Romani Chiara Zani ha raccontato dell'entusiasmo con il quale gli studenti stessi hanno accolto la proposta di AIDO. Uno spettacolo che il Romani allestiva a fine anno per proprio conto, una sorta di spettacolo conclusivo

In foto da sinistra Maffezzoli, Fomiatti, Mazzini e Zani

CASALMAGGIORE – Istituto Romani e Rotaract CVS insieme, col patrocinio del comune di Casalmaggiore, per una nobile causa, quella dell’AIDO e della donazione d’organi. Venerdì 25 maggio, alle ore 20.45, presso il teatro Comunale, organizzato da AIDO Giovani e Rotaract Club ed allestito da studenti ed insegnanti della scuola, verrà messo in scena ‘Un Concerto per la vita’. Musica, di vario genere, eseguita ed interpretata direttamente dagli studenti secondo una scaletta che loro stessi si sono dati. Musica intervallata da momenti di riflessione sull’importanza della donazione degli organi e la testimonianza di trapiantati e donatori.

9000 persone in lista d’attesa di un trapianto, due decessi al giorno in questa attesa. “Siamo giunti alla terza edizione di questa manifestazione – spiega il presidente AIDO Ambrogio Mazzini – che sancisce il proficuo rapporto di collaborazione tra AIDO, Rotaract e comune di Casalmaggiore su due temi di notevole importanza rivolti in particolare al mondo giovanile, sul senso civico con la consegna e l’illustrazione ogni anno della Carta Costituzionale ai neo 18enni e sul tema sociale rimarcando l’importanza ed il valore della donazione di organi, tessuti e cellule come massima espressione di solidarietà verso persone affette da gravi malattie che necessitano esclusivamente di un trapianto di organi per poter sopravvivere e ritornare a condurre una vita dignitosa, ricordando che senza donazioni non ci possono essere trapianti e che i nostri organi sotto terra o in cenere non servono a nulla mentre donandoli possiamo permettere ad altri di continuare ad essere”.

Il concetto è stato poi rimarcato da Gabriel Fomiatti, responsabile dell’AIDO Giovani del gruppo comunale di Casalmaggiore, San Giovanni in Croce e Solatrolo Rainerio (700 soci): “Si è voluto ideare una manifestazione dei giovani e per i giovani ed è per questo che oltre alla preziosa collaborazione dei giovani del Rotaract abiamo volutamente coinvolgere gli studenti dell’istituto di Istruzione superiore G.Romani che alterneranno momenti musicali a specifici momenti di ordine culturale e sociale. Il nostro gruppo AIDO comprende, su oltre 700 iscritti ben oltre il 40% di giovani compresi tra i 18 e i 40 anni ed è a maggior ragione che la nostra attenzione è rivolta ai giovani perché sono la linfa vitale della nostra società”.

“Il Rotaract – ha sottolineato Clara Maffezzoli, presidente del Rotaract CVS – è un’associazione di giovani dai 18 ai 30 anni il cui scopo è cercare di soddisfare determinate esigenze della comunità locale mettendosi in gioco in prima persona. E’ questo il terzo anno di collaborazione con AIDO nella realizzazione di spettacoli musicali ed è il secondo anno di collaborazione con il comune di Casalmaggiore per la consegna delle Costituzioni Italiane ai neo 18enni”.

Per l’Istituto Romani la professoressa Chiara Zani ha raccontato dell’entusiasmo con il quale gli studenti stessi hanno accolto la proposta di AIDO. Uno spettacolo che il Romani allestiva a fine anno per proprio conto, una sorta di spettacolo conclusivo. Un momento di festa che è divenuto – grazie proprio agli studenti – un momento di solidarietà importante.

L’ingresso allo spettacolo è a offerta libera.

Nazzareno Condina

 

© Riproduzione riservata
Commenti