Commenta

Nutrie, Piloni (PD): "Servono più
risorse, subito nostro
emendamento all'assestamento"

"Nel 2016 erano stati appostati 525mila euro anche grazie a un emendamento, pari a 300mila euro, che, come Gruppo regionale del Pd, avevamo presentato nel bilancio di assestamento"

La Giunta regionale della Lombardia ha approvato il Programma annuale 2018 del Piano regionale di contenimento ed eradicazione della nutria 2018/2020. Le risorse allocate sul capitolo apposito per il 2018 sono pari a 200mila euro e serviranno a rifondere le Province per il Piano di abbattimento del 2017, come dalle stesse richiesto.

“Sul 2017 la Regione non ha messo nessuna risorsa, quindi i piani di quell’anno verranno presumibilmente rifondati con queste risorse – spiega Matteo Piloni, consigliere regionale del Pd –. Nel 2016 erano stati appostati 525mila euro anche grazie a un emendamento, pari a 300mila euro, che, come Gruppo regionale del Pd, avevamo presentato nel bilancio di assestamento”.

Piloni intende replicare: “Presenteremo in assestamento un emendamento per chiedere più risorse per l’eradicazione delle nutrie, in quanto i 200mila euro previsti riguardano il 2017, appunto – spiega –. Al momento non si parla di nuove risorse per il 2018 e neanche per gli anni a venire. Bene la volontà del nuovo assessore regionale all’Agricoltura Rolfi, seppure a parole, di chiedere un coinvolgimento del Ministero attraverso uno specifico fondo: siamo favorevoli e sosteniamo questa volontà, ma la Regione deve fare la sua parte, fin da subito”.

Tuttavia, aggiunge il consigliere Pd, “il piano triennale è ancora troppo carente. Non ci sono numeri certi sulla presenza di nutrie e sulla loro distribuzione nelle singole province, e le stime pubblicate dimostrano una costante e problematica crescita, che sta sempre più danneggiando i nostri territori, sia da un punto di vista ambientale che economico. Il problema è serio e servono risorse. Non postandole a bilancio, la Regione dimostra di continuare a sottovalutare il problema”.

Inoltre, “i piani di contenimento ed eradicazione devono essere più incisivi. Ce lo chiedono gli agricoltori e anche i cittadini che risiedono nelle zone invase dalle nutrie – conclude Piloni –. Attendiamo la convocazione della Commissione Agricoltura, tra l’altro l’unica a non essere stata ancora calendarizzata, così da poterci confrontare con l’assessore in merito al piano e alla nostra richiesta di integrazione di risorse”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti