Commenta

L'asilo Braga tra nuovi alberi
e il regalo di Rotary Cvs e
Saviola: la porta delle nuvole

Per il comune ha partecipato l’assessore all’Associazionismo Gianluca Sancono, mentre nella giornata condotta da Alessandro Maroli del Cda, non mancavano la preside Elisa Gardini, che ha ringraziato i volontari Claudio Bonfatti Paini, Paolo Andreani e Mauro Luzzara.

PONTETERRA (SABBIONETA) – L’asilo Braga di Ponteterra, frazione di Sabbioneta, continua a stupire. Lo fa ancora una volta con la festa di inizio estate che mira principalmente a instillare nel cuore dei piccoli frequentatori l’amore per l’ambiente e la natura, mediante un gesto semplice che però sta dando frutti: piantare un albero lungo gli arginelli che sorgono a breve distanza dalla scuola, prendendosi poi anche l’impegno di curare le essenze nel corso degli anni, dando loro nutrimento e amore.

E’ stata una giornata di festa, dunque, per la scuola dell’infanzia di Ponteterra, durante la quale, peraltro, il raffronto tra gli alberi appena piantati e quelli che invece vennero interrati un paio di anni fa – questa manifestazione è giunta ormai alla sua terza edizione consecutiva, sempre voluta dal Cda della Braga con il sostegno del comune di Sabbioneta – ha dato l’idea della crescita del progetto stesso. Sostenuto anche fattivamente da alcune associazioni e aziende del territorio.

In particolare quest’anno gli alberi piantati dai piccoli frequentatori dell’asilo Braga sono stati donati dal Rotary Casalmaggiore Viadana Sabbioneta, rappresentato dal socio Gianluca Bocchi, club che ha pensato così di finanziare una manifestazione semplice ma significativa, dato che dietro al gesto sta sempre un insegnamento e una certa capacità di guardare al futuro e al mondo di domani, sia a livello vegetale, per così dire, che umano con i cittadini che verranno ma che già sperimentano da qui senso civico, prima che pollice verde.

Nella foto tutti schierati davanti alla porta delle nuvole

Il secondo momento da rimarcare, invece, è quello della donazione in memoria di Mauro Saviola, fondatore storico della maxi azienda che proprio con le piante e con la capacità di riciclare il legno, senza sprechi e donando così un sorriso all’ambiente, ha costruito un impero. La Sadepan di Viadana, alla presenza di Veruska, moglie del titolare Alessandro, figlio del fondatore Mauro, ha infatti donato una nuova porta di accesso, denominata “porta delle nuvole”, che per mezzo di migliore coibentazione consentirà ora ai bambini di godere un po’ di più del fresco d’estate e del caldo in inverno.

Per il comune ha partecipato l’assessore all’Associazionismo Gianluca Sancono, mentre nella giornata condotta da Alessandro Maroli del Cda, non mancavano la preside Elisa Gardini, che ha ringraziato i volontari Claudio Bonfatti Paini, Paolo Andreani e Mauro Luzzara per l’allestimento della porta e non solo, e gli insegnanti. A tutti i partecipanti, prima della pizzata finale in oratorio, è stato offerto da parte dell’associazione genitori come gadget uno zainetto a ricordo dell’evento.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti