Commenta

Polo Romani, simil Erasmus
per l'alternanza scuola-lavoro:
partita l'esperienza in Francia

L'alternanza all’estero aiuta a implementare il valore formativo dell’esperienza, consentendo allo studente una visione del contesto lavorativo extraconfine accrescendo così autonomia, flessibilità ed adattabilità a realtà lavorative diverse.

CASALMAGGIORE – L’alternanza scuola-lavoro a Casalmaggiore supera le barriere non solo comunali ma addirittura nazionali e per 15 ragazzi del Polo scolastico Romani spalanca le porte della Francia. Quindici giovani particolarmente meritevoli, infatti, saranno da venerdì 22 fino a venerdì 29 giugno a Guilherand Granges, cittadina francese di 11mila abitanti nella regione dell’Alvernia-Rodano-Alpi che con Casalmaggiore è gemellata da anni.

Enorme la soddisfazione per l’obiettivo raggiunto per la dirigente scolastica Caterina Maria Luisa Spedini, che ha voluto ringraziare il comune di Casalmaggiore per il supporto e in particolare l’assessore Sara Valentini. Il tutor scolastico sarà la professoressa Maria Chiara Zani con Franco Carrara come tutor accompagnatore, ed entrambi sottolineano la novità e l’originalità del progetto, frutto di un intenso lavoro durato quasi un anno, auspicando l’avvio di un costante scambio nel tempo. E’ infatti la prima volta  per il Romani di un progetto di alternanza perfezionato all’estero. Sono quindici in tutto gli studenti che partecipano, per le classi terze e quarte, selezionati con un test di lingua francese. Per il Liceo Linguistico sono stati premiati Valeria Alberti, Eleonora Grignaffini, Camilla Olivieri, Sokaina Madnas, Nadir Pellegri, Lucrezia Marazzi, Fatima Khalfi, Laura Muggiolu e Silvia Boscaglia. Per Liceo Classico: Rebella Lana, Valeria Albano, Lorenzo Grandi e Giovanna La Montanara; per il Liceo delle Scienze applicate infine Valeria Dascalu e Laiticia-Audre Kuita Djeuga.

Grazie alla collaborazione del casalese Abele Zani del comitato di gemellaggio casalasco, in veste di tutor esterno, e di Madame Josette Mallet, presidente del comitato di Guilherand Granges, sono state individuale aziende ed enti francesi disposti ad accogliere gli stagisti per una settimana di lavoro. Lo spirito di scambio costruito negli anni ha permesso inoltre di trovare famiglie disponibili ad ospitare gli studenti. Non solo lavoro, comunque: gli studenti saranno impegnati con i volontari dell’associazione  il Torrione sul Po anche per animare la tradizionale festa del Castello di Crussol, evento di grande richiamo per  la cittadina ospitante. La scuola ha voluto sottolineare il sostegno, oltre che dell’amministrazione comunale, anche delle ditte Alimentis di Commessaggio, Pennellificio Rex e Briantina di Casalbellotto, Calzificio Jenny di Casalmaggiore, Stiliac di Quattrocase, della Dott.ssa Mirca Papetti, della Casalasca Servizi, del Gruppo Storico Il Torrione sul Po.

Come la scuola ha voluto rimarcare in fase di presentazione del progetto, l’alternanza all’estero aiuta a implementare il valore formativo dell’esperienza, consentendo allo studente una visione del contesto lavorativo extraconfine accrescendo così autonomia, flessibilità ed adattabilità a realtà lavorative diverse, senza scordare la possibilità di applicare al meglio e nel quotidiano le conoscenze linguistiche apprese in aula.

redazione@oglioponews.it

 

© Riproduzione riservata
Commenti