Ultim'ora
Commenta

Rotary Cop, il service nel
service: i soci si autotassano
e donano 23 kg di Grana al Busi

Tutto partì prima di Natale dall’iniziativa di alcuni sponsor della zona mantovana che donarono al club Casalmaggiore Oglio Po qualcosa come 16 forme di Grana Padana, poi frazionate in pezzi da un chilo l’uno.

CASALMAGGIORE – Grana Padano, per la precisione 23 kg, donato dal Rotary club Casalmaggiore Oglio Po con la presidente Daniela Borella e il prefetto Federica Sarzi, alla Casa di Riposo Busi di Casalmaggiore, rappresentata dal presidente della Fondazione Franco Vacchelli. Un’idea originale e preziosa per gli anziani ospiti e per la struttura casalese, che parte da un progetto e da un service organizzato in questi anni dal Rotary casalese. Quest’ultimo, dal titolo “Il cielo in una stanza”, riguarda l’intervento promosso dal club per migliorare il reparto del day hospital oncologico dell’ospedale Oglio Po. Una struttura che dunque già esiste, ma andrebbe indubbiamente abbellita.

Tutto partì prima di Natale dall’iniziativa di alcuni sponsor della zona mantovana che donarono al club Casalmaggiore Oglio Po qualcosa come 16 forme di Grana Padano, poi frazionate in pezzi da un chilo l’uno: in totale 560 chili di prezioso formaggio venduto durante mercatini o banchetti o conviviali per ricavare una somma importante da reinvestire nell’abbellimento del reparto day hospital oncologico. La risposta c’è stata con ben 7mila euro raccolti.

Tuttavia alcuni pezzi di Grana Padano non vennero ritirati dai soci del club e il Rotary, così il presidente entrante Daniela Borella ha deciso di effettuare un service nel service, donando i 23 kg avanzati proprio alla Casa di Riposo Busi: attenzione, gli stessi soci, per non perdere la possibilità di fare una buona azione anche con questa sorta di eccedenza, si sono autotassati, pagando dunque di tasca propria i 23 kg poi consegnati alla Casa di Riposo. L’intenzione, è stato precisato, è di chiedere in aggiunta un Global Grant, ossia una sovvenzione, all’organismo centrale rotariano, per rimpinguare ulteriormente la somma da destinare al progetto. Intanto al Busi il clima di festa ha riguardato pure Alessandrina, che ha compiuto proprio nel giorno della donazione la bella età di 102 anni. Tanti auguri e lunga vita anche a queste iniziative.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti