Commenta

Martignana Beach,
il decimo anno porta un successo
mai visto tra pubblico e tornei

Ma al di là del successo sportivo e sul campo da beach volley allestito presso il centro sportivo Guerra di Martignana, fulcro dell’iniziativa, è stata questa l’edizione che ha raccolto il maggior numero di pubblico, con un discreto ricambio generazionale. FOTOGALLERY

MARTIGNANA DI PO – E’ stata una decima edizione coi fiocchi, chiusa dai fuochi d’artificio, quella del Martignana Beach, che ha così festeggiato il compleanno in cifra tonda con un bagno di folla legato sia all’aspetto più musicale e gastronomico, dunque all’intrattenimento, sia a quello sportivo, con un centinaio di atleti che si sono sfidati nei tre diversi tornei organizzati dai volontari della locale Pro Loco: il 4×4 misto, il 3×3 maschile e il 3×3 femminile.

Gli ospiti del resto erano d’eccezione e così sabato e domenica sera, nonostante il clima quasi freddo – ma la pioggia degli anni scorsi ha risparmiato stavolta la manifestazione – lo Zoo di 105 e la band degli Alterego di Alessando Zaffanella, che sta animando parecchie feste nella zona casalasca e non solo, hanno fatto da traino regalando serata di spensieratezza e buona musica, senza dimenticare ovviamente il settore della cucina. Venerdì sera invece la manifestazione è stata aperta dalla band Oxxa. Martignana Beach spinge da sempre su questa formula, che è semplice e proprio per questo di successo: da un lato l’aspetto gastronomico che è sempre un richiamo fortissimo per i golosi o per chi voglia godersi le prime serate estive cenando all’aperto; dall’altro la buona qualità della scelta degli artisti, o perché noti a livello locale, o perché nomi di grande richiamo come appunto i deejay dello Zoo di 105, una delle trasmissioni da sempre più irriverenti e seguite a livello radiofonico.

L’aspetto sportivo ha visto il successo alla fine della Lanzarote nel torneo forse più importante, ossia il 4×4 misto, con l’obbligo di schierare nei titolari almeno una ragazza. Non si può poi dimenticare la Martignana Run che, di corsa o passeggiando, ha portato quasi 160 partecipanti, con una quindicina di bambini, a scoprire la campagna martignanese e soprattutto la dimora che fu dei nobili Fadigati, con passaggi sempre molto suggestivi.

Ma al di là del successo sportivo e sul campo da beach volley allestito presso il centro sportivo Guerra di Martignana, fulcro dell’iniziativa, è stata questa l’edizione che ha raccolto il maggior numero di pubblico, con un discreto ricambio generazionale e l’arrivo anche di gente da comuni e province diverse, confermando così che il passaparola in questi dieci anni ha funzionato eccome. Da rimarcare, tra le altre cose, l’animazione e il servizio bar a cura del Sottosopra e la presenza di sette camion dell’associazione gussolese Amici di Vainer Lombardi, che hanno creato una scenografia molto particolare. A chiudere il programma, novità dell’edizione 2018, l’esibizione in notturna (e pure durante il giorno) degli automodelli radiocomandati a scoppio.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti