Commenta

Ponte, dopo l'uscita del bando
il commento di Serpagli: "Non
si poteva fare più in fretta"

“Mi rendo conto della sofferenza dei cittadini delle due sponde del Po che stanno vivendo una crisi dovuta alla chiusura del Ponte. Ma assicuro loro che per i tempi burocratici-tecnici non si poteva, purtroppo, accorciare di più l’iter".

PARMA – “L’amministrazione provinciale con questo passaggio completa uno step importante e fondamentale verso l’avvio dei lavori – così Giampaolo Serpagli della Provincia di Parma commenta la notizia del bando per il ponte Casalmaggiore-Colorno – . Con la seduta di giovedì 5 presso il Provveditorato per le opere pubbliche di Bologna, sono stati 20 gli enti che hanno espresso un parere sul progetto del Ponte. Ringrazio quindi il progettista e lo staff della Provincia, che pur in una situazione di scarsità di personale, ha saputo portare avanti un procedimento importante per le sue dimensioni e per la sua strategicità”.

“Mi rendo conto della sofferenza dei cittadini delle due sponde del Po che stanno vivendo una crisi dovuta alla chiusura del Ponte. Ma assicuro loro che per i tempi burocratici-tecnici e quelli per il reperimento dei fondi non si poteva, purtroppo, accorciare di più l’iter. Sono stati mesi intensi che hanno visto noi amministratori provinciali nei vari enti e nelle varie strutture operare al servizio delle nostre comunità. Non amo fare selfie sulle disgrazie e tantomeno illudere i cittadini, è questo il principale motivo per cui con il presidente Fritelli abbiamo lavorato dietro i riflettori per “portare a casa i soldi” e trovare le migliori soluzioni per accorciare, nel rispetto delle norme vigenti, i tempi che ci portano oggi a concludere l’iter per la pubblicazione del bando”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti