Commenta

Rive Gauche, tutto
pronto per la festa: il
calendario delle iniziative

Oltre alle specialità tradizionali (dal guancialino, alla trippa, al gnocco fritto, senza scordare il piatto vegano) quest’anno avremo, per la prima volta anche piatti di pesce.

CASALMAGGIORE – Dal 23 al 26 agosto, presso il Lido Po di Casalmaggiore, si terrà la 12^ edizione della Festa Rive Gauche, 4 giorni di pace, musica e diritti, organizzata dal circolo Rive Gauche- Rifondazione Comunista di Casalmaggiore.

Si tratta di una festa politica ma, nel corso degli anni, si è configurata anche sempre più come una festa popolare, che coinvolge i cittadini e le famiglie che si ritrovano anche solo per gustare una cucina di qualità ed ascoltare della buona musica.

Proprio per andare incontro ai bisogni delle famiglie, quest’anno sulla festa ci sarà uno spazio ludico dedicato ai piccini e sabato 25 dalle ore 20.00-22.00 intrattenimento organizzato da Margherita Piu del progetto artistico e di animazione “la valigia magica”.

Per quanto riguarda la cucina, oltre alle specialità tradizionali (dal guancialino, alla trippa, al gnocco fritto, senza scordare il piatto vegano) quest’anno avremo, per la prima volta anche piatti di pesce. Sul versante musicale, anche quest’anno, ospiteremo sul palco di Rive Gauche, artisti di spessore. Si comincia giovedì 23 con l’esibizione del Collettivo LEM: si tratta di un ensemble musicale internazionale (con una significativa presenza casalasca) i cui componenti ruotano a turno e che presenterà un live di classici rock, blues e spiritual.

Venerdì 24, dopo alcuni anni di assenza, ritorna la Gang: la mitica band dei fratelli Severini si esibirà in versione acustica proponendo ballad storiche e pezzi più recenti, contenuti nel loro ultimo lavoro “Calibro 77”. Prima di loro, aprirà le danze, il cantautore Luca Taddia, che ha al suo attivo collaborazioni con Gang, Cisco, Banda Bassotti, Modena City Ramblers e Gianni Morandi.

Sabato 25 ci sarà l’appuntamento clou dal punto di vista musicale: alle ore 22,30 esploderà la musica live Patchanka Reggae World dei MaMa Afr!ca, l’ideatore del progetto nonché cantante Cico vanta collaborazioni con Manu Chao, Roy Paci & Aretruska, Negrita, 99 Posse, Africa Unite, Asian Dub, ecc. I MaMa Afr!ca è un collettivo artistico che sta battendo i palchi con un tour europeo per l’anticipazione dell’ultimo album “Hora Brava” che uscirà in autunno.

Infine, domenica 26 ospiteremo sul palco un tributo acustico a Fabrizio De André, “Del merito nella virtù, della colpa nell’errore “ piu che un tributo un omaggio che Giorgio Schiavo (voce e chitarra) fa al grande cantautore, sul palco sarà accompagnato da Enrico Fava (tastiera) e Rocco Rosignoli (violino).

Per quanto riguarda i dibattiti, sabato 25 si focalizzerà l’attenzione sulla sanità: “Modello sanitario lombardo: un fallimento” sarà il titolo dell’incontro, coordinato da Stefano Prandini e che vedrà gli interventi di Fulvio Aurora, segretario di Medicina Democratica e di Luigi Borghesi, in rappresentanza del Comitato per la difesa e il rilancio dell’Ospedale Oglio Po. Sarà l’occasione di focalizzare l’attenzione su vere emergenze sanitarie del territorio (come la prossima chiusura del Punto Nascite) inquadrandolo nel contesto più ampio del fallimento strategico del modello sanitario portato avanti dalla Regione Lombardia.

Infine, domenica 25 il dibattito “La sfida di Potere al Popolo”, coordinato da Lorenzo Lupoli e che vedrà l’intervento di esponenti cremonesi, mantovani e parmigiani di questo movimento, nato poco prima delle ultime elezioni politiche e in piena espansione su tutto il territorio nazionale. Si ricorda che tutte le sere l’ingresso è libero, che la festa non ha fini di lucro ed è interamente autofinanziata.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti