Ultim'ora
Commenta

Desalu-Contini: lo strappo dopo,
anzi prima del record. Così
Fausto attacca l'allenatore

La coppia tecnica tutta casalese formata dall’atleta Fausto Desalu e dal tecnico Gian Giacomo Contini non c’è più: ad annunciarlo, pur non pronunciando mai il nome del suo allenatore, è lo stesso Fausto con un post su Facebook l’indomani del sesto posto europeo.
Nella foto Desalu e Contini: il litigio ha interrotto l'idillio

BERLINO – Quel che si chiama un fulmine a ciel sereno. Anche se poi si scopre che i diretti protagonisti, mediaticamente perfetti fino a venerdì sera a tenere sopita la polemica, da venti giorni avevano dato vita a un vero e proprio strappo. La coppia tecnica tutta casalese formata dall’atleta Fausto Desalu e dal tecnico Gian Giacomo Contini non c’è più: ad annunciarlo, pur non pronunciando mai il nome del suo allenatore, è lo stesso Fausto con un post su Facebook l’indomani del sesto posto europeo (con record personale migliorato) a Berlino.

Il messaggio di Desalu è chiarissimo: “Non è stato un anno facile: i risultati tardavano ad arrivare. Io continuavo a sperarci ma il mio allenatore, colui che più di tutti doveva credere in me, ci rinunciò e mi accusava di avere obiettivi “fantascientici” e di essere troppo “montato”. La situazione era sempre più ingestibile, lo stress e la rabbia pure e dopo la rottura col mio allenatore ho passato le ultime tre settimane in giro tra Roma, Formia e casa mia. Da non fraintendere: non sto dicendo che con una situazione più rosea avrei vinto ma voglio dire che sogni e ambizioni sono importanti per un atleta. Chi non sa sognare finisce per tarparti le ali. Ringrazio chi non credeva in me, chi mi diceva che la finale europea era impossibile e chi mi riteneva una meteora. Questo risultato è anche merito vostro”.

Da informazioni reperite poi in un secondo momento si scopre che l’obiettivo delle parole di Fausto è proprio Contini (come era del resto facile intuire), l’allenatore che lo ha sgrezzato e l’ha portato sin qui. Ma che, secondo Desalu, evidentemente non credeva più in lui. Questo il pensiero di Fausto, ora rivelato – anzi gridato – al mondo dei social. Il litigio risale a tre settimane fa, come detto, nello scenario della Baslenga, la “casa” tecnica dei due, con Contini che ha avvisato subito la Federazione, le Fiamme Gialle e l’Atletica Interflumina di voler interrompere il rapporto immediatamente. Nulla però è trapelato: scelta saggia, quest’ultima, fino al post di Desalu attorno alle 20 di venerdì.

Cosa accadrà ora? La stagione agonistica è ormai conclusa, domenica Desalu correrà la staffetta 4×100 con l’Italia sempre nella capitale tedesca, poi gli Italiani Assoluti a Pescara, dopo di che starà alla Fidal decidere con l’atleta (e con Contini) il da farsi: si cercherà di ricucire lo strappo? Oppure a Desalu verrà assegnato un nuovo tecnico, tenendo conto che il preparatore atletico rimarrà il parmigiano Sebastian Bacchieri? Nel dubbio resta tanta amarezza, specie per chi ha sempre tifato per Desalu e in generale per l’accoppiata casalese, proprio il giorno dopo uno dei traguardi sportivi più grandi di sempre centrati da uno sportivo del comprensorio.

G.G.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti