Commenta

"Albachiara" per rendere
più bello il muro del Romani:
ecco una piacevole novità

Artefici i ragazzi del Listone, assieme agli amici Giuseppe “Giupi” Boles e Andrea “Chicco” Piccinini, che hanno creato la sagoma della ragazzina sull’altalena, simbolo di spensieratezza giovanile.
Nella foto Boles e Fazzi davanti al murales

Gli studenti del Polo Scolastico Romani di Casalmaggiore che hanno iniziato il nuovo anno scolastico nelle scorse ore hanno trovato, ad accoglierli, due sorprese: e se da un lato i lavori agli asfalti, in particolare del cortile interno della scuola, sono frutto di un investimento della Provincia di Cremona, ente che è proprietario dell’edificio scolastico, dall’altro, sul viale che costeggiando i giardini conduce a scuola arrivando da via Porzio, ecco il dono di alcuni ragazzi di Casalmaggiore.

Un nuovo murales, che prende spunto da una celebre strofa della canzone forse più famosa di Vasco Rossi, “Albachiara”, per ricordare anche ai ragazzi l’importanza e la bellezza dello studio. E per rendere, perché no?, più accogliente la strada che porta al polo scolastico. A comunicare la novità, comunque ben visibile da lunedì, sono Gabriel Fomiatti e Alberto Fazzi, rispettivamente presidente e segretario del Listone. “Abbiamo riportato una strofa della famosa canzone “Albachiara” di Vasco Rossi che richiama il mondo adolescenziale e la scuola. Quest’ultima iniziativa rappresenta la continuazione di un percorso di rigenerazione urbana del parco stesso, che fino all’anno scorso versava in condizioni pietose: degrado, sporcizia e muri imbrattati lo rendevano un luogo poco appetibile per ragazzi, bambini e famiglie”.

Nella foto Boles e Piccinini davanti al murales

“Siamo orgogliosi oggi – aggiungono Fomiatti e Fazzi – di poter constatare che tante piccole cose, che poi cosi piccole non sono, hanno anche saputo risvegliare quella coscienza civica del rispetto del bene comune, che forse mancava da un po’ di tempo”. Diverse le persone che hanno collaborato con la lista civica: Massimo Baldini, cittadino casalese e vigile in pensione, ha ad esempio concesso il permesso di poter procedere con l’opera, essendo il muro di proprietà della sua famiglia; il Colorificio Alquati ha fornito materiale di altissimo livello tecnico; gli amici Giuseppe “Giupi” Boles e Andrea “Chicco” Piccinini hanno creato la sagoma della ragazzina sull’altalena, simbolo di spensieratezza giovanile. E di bellezza: la stessa della quale, da adesso i ragazzi, del Romani potranno godere.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti