Commenta

Afm, bilancio positivo nel
primo semestre 2018. E in
frazione apertura più lunga

“Quando si acquista una medicina o un altro prodotto in una farmacia comunale, quindi, non lo si fa solo per il benessere personale ma anche per quello di tutti i cittadini” spiega il presidente Marco Ponticelli.

CASALMAGGIORE – I risultati al 30 giugno 2018 dell’Azienda Farmaceutica Municipale – AFM SRL – nonostante un contesto di mercato estremamente difficile e complesso, caratterizzato da una riduzione del fatturato medio delle farmacie italiane, sul primo semestre 2018, di circa il 2,3% (oltre una contrazione di volumi di circa 1,6%), hanno confermato la capacità dell’Azienda di consolidare il proprio modello di business, orientato alla farmacia dei servizi, diventando punto di riferimento del nostro territorio: di fatto l’azienda si conferma un acceleratore dell’economia locale.

Il risultato della gestione farmaceutica registrato nel corso del primo semestre 2018 ha prodotto un fatturato/ricavi lordi pari a 1,5 milioni di euro (dato sostanzialmente allineato al primo semestre 2017), con un lieve miglioramento della marginalità sulle vendite pari a 36%, ovvero +0,5 % rispetto al primo semestre 2017. Il risultato operativo della gestione farmaceutica nei primi sei mesi del 2018, pari a 91 mila euro, ha consentito di assorbire il canone semestrale di gestione del servizio farmaceutico, corrisposto al Comune di Casalmaggiore pari a 47mila euro; da rilevare che, dal corrente esercizio 2018, a seguito della revisione del contratto di servizio tra l’Azienda Farmaceutica Municipale SRL e Comune di Casalmaggiore (in qualità di socio unico), la parte fissa del canone annuo di gestione del servizio farmaceutico è stata incrementata da 21mila euro a 50 mila euro annui, mentre la parte variabile gestione del servizio farmaceutico è stata aumentata da 1% a 1,5% dei ricavi lordi annui della gestione farmaceutica.

La redditività prodotta dall’Azienda sul primo semestre 2018 ha permesso di soddisfare una serie di erogazioni/contributi a favore di scuole, società sportive, enti ed associazioni del territorio, funzionali a sostenere le varie attività socio/educative, ludico/sportive e musicali nell’interesse della comunità; una serie di interventi che si sposano perfettamente con la “mission” aziendale di investire i propri profitti in tutto quello che serve a migliorare la vita del Comune: dal welfare alla cultura, dalla sanità agli asili e alla scuola, dalla viabilità ai servizi. “Quando si acquista una medicina o un altro prodotto in una farmacia comunale, quindi, non lo si fa solo per il benessere personale ma anche per quello di tutti i cittadini” spiega il presidente Marco Ponticelli.

Da rilevare che nel corso del primo semestre 2018 sono state ultimate le opere di restauro conservativo delle facciate esterne (sia su Piazza Garibaldi e sia su via Azzo Porzio) e delle pensiline Liberty della Farmacia Comunale di Casalmaggiore (immobile storico). Al fine di soddisfare una serie di richieste pervenute dalla clientela, si comunica che da lunedì 1 ottobre 2018 le farmacie comunali di Casalbellotto e di Vicobellignano incrementeranno le ore giornaliere di apertura al pubblico da 8 ore a 9 ore, ovvero apertura alle ore 8.30 e chiusura alle ore 13.00 – apertura alle ore 15.00 e chiusura alle ore 19.30 (da lunedì a sabato, con chiusura alla domenica e festivi), uniformando l’orario già in vigore presso la farmacia comunale di Casalmaggiore; un intervento volto ad migliorare ulteriormente il servizio offerto a favore della collettività. Inoltre in occasione del week end Festa della Zucca, l’unità farmaceutica di Casalmaggiore, in Piazza Garibaldi, sarà in apertura tutta la giornata di domenica 23 settembre.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti