Sport
Commenta

Warriors, Alessandro Marella si presenta: “Ho trovato un’ organizzazione degna di un top club”

Non saremo i soli ad avere ambizioni perché, mai come quest’anno, il campionato è decisamente livellato verso l’alto. Sarà complicato arrivare ai play off ma noi ce la metteremo tutta per scrivere una bella pagina dello sport mantovano

VIADANA – Dopo la presentazione del “bomber” Pietro Giliberti è la volta del roccioso difensore Alessandro Marella, altro grande colpo di mercato del Presidente Fabio Merlino.

Conosciamo meglio Alessandro Marella uomo. Oltre all’Hockey quali sono le tue passioni e le tue aspirazioni nella vita? “E’ un vero piacere avere la possibilità di farmi conoscere dai miei nuovi tifosi e dagli appassionati di questa splendida disciplina. Sono un ragazzo come tutti, con sogni e passioni. Oltre ad avere la grande passione per l’hockey, sono dirigente di una squadra di calcio dilettante e suono in un complesso delle mie zone. Mi piace vivere a pieno a vita e spero di togliermi tante soddisfazioni, qui con la mia nuova squadra”.

I Warriors hanno scelto te per completare un roster che ha voglia di puntare alla vetta. Quali sono le tue caratteristiche in campo e cosa ti ha convinto ad accettare l’offerta del Presidente Merlino? “Sono un difensore energico e generoso che non si tira mai indietro e che non disdegna il contrasto fisico pur di impedire una segnatura facile ai miei avversari. Mi ha convinto a sposare questo progetto la grande organizzazione, la professionalità e l’ambizione che anima tutti i componenti di questa società, dal Presidente, all’allenatore ed al meccanico”.

Ha molto colpito la tua intervista alla stampa nella quale facevi un appello per raggiungere i 12 mila euro che ti avrebbero consentito di acquistare una carrozzina da utilizzare nella pratica del Wheelchair Hockey. Si può dire che i Macron Warriors hanno contribuito alla realizzazione di un sogno?  “Si assolutamente. Per i motivi che avevo confidato in quell’intervista avevo perso la voglia di giocare ed avevo momentaneamente smesso. Sono davvero grato alla grande famiglia dei Macron Warriors per aver riacceso in me la fiamma della motivazione. Ora sono carico e voglio togliermi tante soddisfazioni qui”.

Un commento sul campionato. Come valuti il girone nel quali sono stati inseriti i Warriors e quali sono le tue sensazioni dopo i primi allenamenti? “Le sensazioni sono tutte positive e devo dire che ci sono tutti i presupposti per fare una grande stagione. Non saremo i soli ad avere ambizioni perché, mai come quest’anno, il campionato è decisamente livellato verso l’alto. Sarà complicato arrivare ai play off ma noi ce la metteremo tutta per scrivere una bella pagina dello sport mantovano”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti