Commenta

Verso le elezioni provinciali,
appello di Rosa (Listone):
"Casalasco unito su un candidato"

"Considerando la drammatica situazione in cui, soprattutto a livello viabilistico - spiega Rosa - versano la nostra Città e il nostro territorio, è opportuno esprimere una candidatura unitaria e territoriale".

CASALMAGGIORE – L’appello, in vista delle prossime elezioni provinciali, ad una maggiore unità del Casalasco al di là dell’appartenenza politica arriva da Alessandro Rosa, consigliere comunale del Listone e già candidato alle ultime regionali. “Il prossimo 31 ottobre – ricorda Rosa – si terranno le elezioni per il rinnovo dei componenti del Consiglio Provinciale di Cremona. Con la Riforma Delrio del 2014, oggi l’elezione non è più diretta e a suffragio universale, bensì di “secondo livello” e a suffragio “ristretto” poiché sono chiamati al voto – e possono essere eletti – solo i sindaci e i consiglieri comunali della provincia di riferimento. Non solo: sempre a seguito della riforma il voto è oggi ponderato secondo le fasce di popolazione previste per le elezioni comunali. Ciò significa, semplificando moltissimo, che il voto di un Consigliere comunale di Casalmaggiore avrà una valenza maggiore di quello di un consigliere comunale di un consesso più modesto”.

“Considerando la drammatica situazione in cui, soprattutto a livello viabilistico – spiega Rosa – versano la nostra Città e il nostro territorio – il Casalasco Viadanese – a causa della chiusura del Ponte di Casalmaggiore, di una rete ferroviaria da terzo mondo e non per ultimo dalla mancanza di una tangenziale, credo fermamente che sia opportuno rivolgere a tutte le forze politiche di Casalmaggiore e del Casalasco l’invito a considerare, indipendentemente dalle bandiere e dai colori, la possibilità di esprimere una candidatura unitaria e territoriale. Questo anche in considerazione del fatto che nei prossimi anni sarà cruciale, per il destino del nostro territorio, non solo fare fronte comune per pretendere con forza l’avvio della progettualità per la costruzione di un ponte nuovo, ma anche poter seguire da vicino, appunto mediante un rappresentante, i lavori di riparazione del Ponte attuale, lavori in cui proprio la Provincia di Cremona figura come parte committente dell’opera”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti