Cronaca
Commenta

Via Verdi e via Trento, parte sperimentazione: tre progetti per migliorare la viabilità

Come interverrà dunque il comune? Con una triplice sperimentazione nelle ore di punta, che serve anzitutto a comprendere se la soluzione possa poi divenire, in caso di successo, definitiva.

CASALMAGGIORE – Sarà una rivoluzione morbida, se davvero rivoluzione sarà: il comune di Casalmaggiore ha infatti pubblicato all’albo pretorio le iniziative che mirano a cambiare la viabilità nella zona di via Verdi e via Trento, ossia la parte di città sollecitata dal traffico in particolare legato alla presenza del Polo Scolastico Romani.

A lamentarsi, qualche settimana fa (e per la verità da diversi anni), sono stati i residenti: perché per un plesso scolastico che ospita 500 studenti circa, dobbiamo pensare a quanti pullman siano in transito, in particolare nelle ore mattutine, senza dimenticare i genitori che magari, andando al lavoro, lasciano poi i figli davanti a scuola. Il fenomeno del parcheggio fuori controllo e della fermata – più che sosta – selvaggia è insomma di casa. Ecco perché questo crea disagi ai residenti, concentrati nelle ore di punta, ossia attorno alle 8 quando gli studenti arrivano e tra le 12.30 e le 14 quando le lezioni finiscono. Ma i pullman di linea, chiaramente, trovandosi lì la principale fermata per Casalmaggiore, arrivano e si fermano tutto il giorno. Basterebbe il rispetto delle strisce appositamente dedicate al parcheggio, o forse no, dato che il caos, in alcuni momenti del giorno, è al massimo livello. Ed è così da anni.

Come interverrà dunque il comune? Con una triplice sperimentazione, che serve anzitutto a comprendere se la soluzione possa poi divenire, in caso di successo, definitiva. Per cominciare verrà istituita una zona a traffico limitato (ZTL) da lunedì a sabato, con limitazione della circolazione in via Verdi e via Trento (fino all’intersezione con via Trieste) ai soli residenti, ai mezzi del trasporto pubblico locale (TPL) e ai mezzi dei portatori di handicap nelle fasce orarie dalle 7.45 alle 8.15 e dalle 12.45 dalle 14. Questa sperimentazione durerà da lunedì 15 ottobre a sabato 20, una settimana.

In secondo luogo, nella settimana successiva, ossia da lunedì 22 a sabato 27 verrà istituita una sosta a rotazione della durata di un’ora con conseguente eliminazione della sosta stanziale lungo via Verdi e via Trento (sempre fino all’intersezione con via ?Trieste) nella fascia oraria mattutina dalle ore 8 alle 14. Nuova settimana, in questo caso breve, ossia da lunedì 29 a mercoledì 31 ottobre, e nuova sperimentazione: sarà infatti istituita una pista ciclabile protetta e separata lungo la sola via Verdi con mantenimento delle attuali fermate autobus. Dopo di che, da novembre, si tireranno le somme per capire quale progetto abbia funzionato meglio e se le tre sperimentazioni siano compatibili.

G.G. ?

© Riproduzione riservata
Commenti