scuola
Commenta

Dimensionamento scolastico, per Sabbioneta e Marcaria decisione a metà novembre

Intanto il sì al nuovo accorpamento è giunto da Commessaggio, Rodigo, Sabbioneta e Marcaria; il no è di Castellucchio, mentre Gazzuolo non ha ancora deliberato

Nella foto la sede della Provincia di Mantova, chiamata a decidere

SABBIONETA/MARCARIA – Occorrerà attendere fino alla metà di novembre per conoscere il destino della proposta avanzata dai comuni di Sabbioneta e Marcaria in merito al dimensionamento scolastico e alla creazione di un nuovo Istituto Comprensivo che faccia capo proprio a questi due comuni, per alzare il numero degli studenti iscritti e non perdere così la segreteria di presidenza. Dopo le elezioni Provinciali del 31 ottobre (a Mantova è stata scelta questa data), il nuovo presidente della Provincia di Mantova dovrà prendere una decisione in merito.

Intanto arrivano le risposte con le varie delibere di giunta presentate dai comuni (sei quelli interessati dalla proposta): il sì al nuovo accorpamento è giunto da Commessaggio, Rodigo e ovviamente da Sabbioneta e Marcaria; il no è invece è arrivato da Castellucchio, mentre Gazzuolo non ha ancora fatto pervenire la propria delibera. Da registrare anche il parere contrario di Bozzolo, che in giunta ha effettuato una proposta alternativa: va però detto che Bozzolo non rientra nei sei comuni coinvolti in questa partita in via diretta. I comuni interessati infatti sono i tre che gravitano nell’ottica dell’Istituto Comprensivo di Sabbioneta (Sabbioneta, Commessaggio e Gazzuolo) e i tre che gravitano attorno all’Istituto Comprensivo di Castellucchio (Castellucchio, Rodigo e Marcaria). Nel link a fondo pagina viene approfondita la proposta presentata qualche settimana fa dai sindaci Aldo Vincenzi e Carlo Alberto Malatesta, per Sabbioneta e Marcaria. Delibere comunali a parte, la decisione finale spetta alla Provincia di Mantova.

G.G.

© Riproduzione riservata
Commenti