Ultim'ora
Commenta

Martignana, la 'rossa' si è
persa. Alla ricerca di un vecchio
amore o di una nuova casa

"Ho cercato qui intorno suonato i campanelli, utilizzato facebook per provare a trovare la sua padrona, ma al momento non l'ho trovata. Posso tenerla qui ancora per poco"

MARTIGNANA DI PO – Un amico a due zampe c’è l’ha sicuramente avuto. Forse l’ha perso da un po’ (la medaglietta con il colarino sono un poco usurati). Da qualche tempo, la gatta rossa delle foto ha deciso che lo spazio dove vive Lisa Barbieri sarebbe stata la sua momentanea casa. Amorevole, coccolona con le persone quanto caratteriale con gli altri gatti. Nel senso che come qualche volta capita ai gatti di strada, ci si impara a difendere.

“Una mattina – ci racconta Lisa – ho trovato l’umido del mio Tito aperto. Era stata lei. L’ho fatta entrare in casa ma Tito non la sopporta”. Tito è un altro gatto di strada che alla fine, e dopo essere stato adottato a Calvatone, essere messo in strada da chi lo aveva adottato, fatto parte delle vite di altre famiglie a Martignana si è fermato a casa di Lisa. “E’ diventato nervoso – ci spiega – nei confronti della nuova arrivata. I miei figli la vorrebbero tenere, ma non posso con Tito”. Tito ha peraltro alcuni problemi di salute. Difficile pensare ad una convivenza.

“Ho cercato qui intorno – prosegue – suonato i campanelli, utilizzato facebook per provare a trovare la sua padrona, ma al momento non l’ho trovata. Posso tenerla qui ancora per poco, spero che qualcuno la riconosca e se la porti a casa. Nel caso nessuno la riconosca anche un’adozione potrebbe andare bene”.

La rossa (al momento la chiamiamo così) cerca casa. La sua o una nuova per sempre. Sa già cosa vuol dire casa, probabilmente ha avuto per qualche tempo chi l’ha amata e forse – questa è una speranza – ha ancora chi la sta disperatamente cercando. “Se non trovo nessuno la dovrò portare al gattile, ma preferirei evitarlo anche perché una gatta come lei, così abituata al contatto umano, potrebbe soffrire parecchio”.

Del gattile probabilmente si potrà fare a meno. Anche nel caso nessuno la riconoscesse e nessuno volesse adottarla, c’è l’opzione Martignana 2. Una colonia recintata seguita da alcuni volontari, dove potrebbe trovare spazio. Ma la speranza è che non si arrivi ad una soluzione estemporanea. Che ci sia qualcuno che la cerchi da tempo o che la ami, da qui al resto dei suoi giorni.

Nazzareno Condina

© Riproduzione riservata
Commenti