Cronaca
Commenta

Col Rotary Cop una mamma malata potrà volare per trovare i suoi bambini

Il service riguarda infatti il ricongiungimento famigliare di una giovane donna gravemente malata che vorrebbe andare a trovare i tre figli e i parenti che si trovano in Romania. Ed è il club che pagherà il viaggio aereo.

CASALMAGGIORE – Non tutti i service si possono pianificare, capita a volte che si debba provvedere per far fronte a una situazione di emergenza. E’ quel che è capitato al Rotary Club Casalmaggiore Oglio Po, che nell’ultima conviviale tenutasi mercoledì sera alla Canottieri Eridanea ha illustrato un intervento a favore di una persona in grave difficoltà. Il service riguarda infatti il ricongiungimento famigliare di una giovane donna gravemente malata che vorrebbe andare a trovare i tre figli e i parenti che si trovano in Romania. Ed è il club che pagherà il viaggio aereo, mentre la presidente Daniela Borella si è offerta di accompagnare in aeroporto la donna e di accoglierla poi al suo rientro.

Anche il consorzio Cles, grazie al suo socio Cristian Carantini (che è anche socio del club), ha donato una somma di denaro, che servirà a rendere la permanenza della donna agevole e le consentirà di fare un regalo ai figli. Il tema delle cure palliative è stato trattato nella conviviale dai relatori dell’ospedale Poma di Mantova: il primario Laura Rigotti, il coordinatore infermieristico Andrea Ravelli, l’infermiera Irene Cortese, la fisioterapista Clotilde Somenzi e l’infermiera Barbara Bandera. La giovane mamma rumena è seguita proprio dal reparto Cure Palliative dell’ospedale Carlo Poma. In precedenza, alle ore 19, i soci hanno commemorato i defunti in una Santa Messa che si è celebrata presso la chiesa di San Francesco a Casalmaggiore.

V.R.

© Riproduzione riservata
Commenti