Commenta

Bozzolo, la minoranza chiede
consiglio urgente per Centro
Medico e nuovo Istituto scolastico

"Il sindaco Torchio - scrivono i consiglieri - sul discorso scuola aveva due strade: coinvolgere l’opposizione oppure affidarsi alle proprie relazioni istituzionali con i soggetti coinvolti. Scegliendo quest’ultima opzione ha perso".

BOZZOLO – Il gruppo consiliare di minoranza “Bozzolo Prima” ha richiesto la convocazione urgente del consiglio comunale. Sono i consiglieri comunali Sara Malagola, Riccardo Anghinoni, Lodovico Fornasari e Andrea Ghidorsi a presentare il documento, chiedendo di affrontare in tempi brevi due temi emersi negli ultimi giorni. In primis l’organizzazione del servizio “Medicina di Base” presso il centro medico “San Restituto”, che nel mese di novembre 2018 seguirà il seguente orario: da lunedì a venerdì dalle 9 alle 19 invece dell’orario consueto dalle 8 alle 20. “La chiusura prevista per il sabato non consente neppure di mantenere l’ambulatorio delle urgenze, va da sé che il tema debba essere discusso, ratione temporis, in consiglio comunale al più presto” spiegano i consiglieri.

Il secondo tema è invece quello del dimensionamento scolastico che vede Sabbioneta accorpata con Marcaria (tenendo conto anche di Commessaggio e Gazzuolo): “Da questa vicenda – scrive la minoranza – emergono in maniera prorompente due questioni, la prima relativa al profondo isolamento nel quale è sprofondato il sindaco Torchio e, assieme, il comune di Bozzolo; la seconda è che per il momento l’istituto comprensivo di Bozzolo mantiene ancora l’autonomia, ma è evidente come il plesso scolastico risulti notevolmente depotenziato da questa situazione, con la conseguenza che presto potrebbe non risultare più attrattivo neppure per gli studenti di San Martino dall’Argine e Rivarolo Mantovano e questo vanificherebbe l’investimento sulle strutture scolastiche”. “Il sindaco Torchio – proseguono i consiglieri – su quest’ultima partita aveva due strade: coinvolgere l’opposizione e cercare una soluzione condivisa oppure affidarsi alle proprie relazioni istituzionali con i soggetti coinvolti. Scegliendo quest’ultima opzione ha perso, una sconfitta politica ma anche con una forte connotazione personale”.

redazione@oglioponews.it

© Riproduzione riservata
Commenti